Dal carattere bisbetico fin da piccolo, oggi è un grande cantante: ecco chi è

Dal carattere bisbetico e vispo sin da bambino oggi uno dei cantanti di fama nazionale e internazionale. Ecco di chi stiamo parlando 

Adriano Celentano piccolo
Le curiosità (Foto Web)

Da piccolo sempre sveglio, bisbetico e simpatico oggi un grandissimo cantante conosciuto dal pubblico per una serie di successi che hanno fatto cantare e ballare i fan di tutte le età: stiamo parlando di Adriano Celentano.  Un’artista completo, cantautore, attore, showman, regista, sceneggiatore montatore e autore televisivo, conosciuto al grande pubblico come “Il Molleggiato” per il suo modo di ballare ed è considerato uno dei pilastri della musica leggera italiana, raggiunse il successo come cantante anche all’estero, in Francia, Unione Sovietica, Germania, Stati Uniti, Cina, Sud America, Grecia e Austria.

Adriano nasce a Milano nella paterna via Gluck 14, originari di Foggia ma trasferitasi in Piemonte e Lombardia per cercare lavoro. L’amore per la musica è stato trasmesso anche dalla sua famiglia, in particolare dagli zii che in estate si mettevano seduti sul marciapiede suonando il mandolino.

Inizia a suonare la chitarra a quindici anni e da adolescente comincia a interessarsi al mondo musicale, in particolare del genere Rock and Roll e forma il gruppo i Rock Boys, insieme a quattro suoi amici esordendo in un locale milanese nel 1956. Celentano in un’intervista dichiara: “Ho cominciato con le imitazioni. Allora il rock’n’roll era una novità e se qualcuno lo cantava aveva successo anche se lo cantava male. Io imitavo Bill Haley per scherzare, con gli amici, in una sala da ballo in viale Zara. Avevo l’impostazione, ma per il resto ero tutto squadrato. Ma intanto la voce si spargeva, che io cantavo il rock’n’rol”.

Al gruppo Rock Boys si aggiunse il pianista Enzo Jannacci e in questi anni Celentano mischierà tra le canzoni, intervalli di cabaret e di ballo, lascia spazio ai musicisti mentre lui balla in maniera snodata. Tra i successi maggiori di Adriano tutto parte con il primo 45 giri Il tuo bacio è come un rock, e con questo brano, nel 1959 il cantante vince il suo primo Festival di Sanremo. I successi continuano ad arrivare tanto che  egli vince il Cantagiro nel 1962  con “Stai lontana da me“, seguita dall’incisione di Pregherò  arrivando in prima posizione.

Uno dei brani che suscitò l’interesse mediatico soprattutto di Pier Paolo Pasolini che progettò di trarre un film dal racconto della canzone con Celentano protagonista ma il progetto non andò in porto è Il ragazzo della Via Gluck.

LEGGI QUI>Adriano Celentano stava per morire: Il brutto racconto della moglie

LEGGI QUI>Nina Moric, annuncia a tutti: “Mio figlio andrà a Sanremo”

Le curiosità dell’artista

Adriano Celentano cappello
Curiosità dell’artista (Foto Web)

Con i suoi brani Adriano Celentano tocca spesso tematiche culturali e sociali della situazione italiana, uno dei brani che ancora tutt’oggi è considerato moderno seppur scritto nel 1976 è Svalutation, analizzando tematiche del terrorismo e dell’inflazione di quei tempi.

Un altro successo che ricordiamo è “Prisencolinensinainciusol”, contenuto in  “I mali del secolo affrontando diversi temi sociali tanto da dichiarare: “Avendo appena inciso un album di canzoni che volevano dire qualcosa – spiegò dopo -, avevo voglia di fare qualcosa che non volesse dire nulla”.

Adriano è anche uno scrittore e ha pubblicato numerosi libri tra cui: “Il paradiso è un cavallo bianco che non suda mai”, “Il re degli ignoranti”, “Rockpolitik”, “Dormi amore la situazione non è buona”, “…Adriano” e “Due guerrieri innamorati“.