Carlo Conti e il suo elisir della giovinezza: Ecco il metodo rivelato

Parlando di un suo carissimo amico, Carlo Conti svela il segreto che questo gli ha dato per mantenersi giovane.

Carlo Conti
Carlo Conti conduttore televisivo

Carlo Conti, uno dei conduttori televisivi più conosciuti e amati, torna a parlare di un suo amico e collega.

Ne parla sempre bene ed in maniera gentile, ma questa volta anche ironica. Infatti questa volta Conti avrebbe dichiarato come questo amico conduttore si manterrebbe giovane.

Il conduttore amico in questione è Rosario Fiorello, del quale Carlo Conti svela il segreto di giovinezza, che lui stesso gli ha dichiarato.

E quale sarebbe dunque questo famoso segreto custodito dal mitico “Fiore”? Nulla di eclatante, ma certamente dei consigli utili, che il buon Carlo ha sfruttato sin da subito.

Il consiglio di Fiore

Il consiglio di Fiorello è molto semplice: camminare rapidamente e in modo costante e prendere molte vitamine, cosi da mantenere la pelle giovane.

Un consiglio semplice, ma estremamente positivo. Certamente una mano santa per Conti, ormai alla soglia dei sessanta anni.

Il buon Fiore ha certamente istinto per i consigli e certamente l’amicizia con il conduttore televisivo amplifica questo.

LEGGI QUI: Si chiama Matteo ed è identico a Carlo Conti: Ecco chi è

LEGGI QUI: Carlo Conti e l’omaggio tristissimo: il lutto ancora vivo nel suo cuore

LEGGI QUI: Carlo Conti improvvisamente non sarà più in tv: Ecco perchè

I complimenti per Sanremo

Carlo Conti ha parlato anche in questi giorni di Sanremo ai microfoni della radio RTL 102.5:

“Quando ho fatto Sanremo mi sono divertito, non è stato facile. Sia ad Amadeus sia a Baglioni, quando hanno avuto l’incarico di condurlo e ci siamo sentiti per fargli l’in bocca al lupo, ho detto: ‘Ricordatevi che a Sanremo uno starnuto diventa una broncopolmonite, qualsiasi cosa è amplificata”.

Ed i suoi grandi complimenti ad Amadeus e Fiorello, che a suo parere hanno gestito benissimo la conduzione del programma:

“Noi commentiamo tutto, facciamo polemica su tutto, ma bisogna essere dentro alle cose per viverle e per poterle commentare al meglio”, ha aggiunto Conti, che ha condotto le edizioni 2015, 2016 e 2017.

“Quella di Sanremo è una settimana di folklore, di allegria, di follia, difficile, quest’anno un po’ manca tutto quello che c’è intorno, soprattutto per Sanremo, che è anche un problema economico, ma permette comunque a tutti di commentare, perché lo guardiamo tutti. Amadeus e Fiorello stanno facendo un miracolo in questa situazione, senza il pubblico non si riesce a creare l’evento, è tutto più difficile. Detto questo la vita deve andare avanti, dobbiamo dare un segnale altrimenti vince il virus e in quest’ottica Sanremo deve esserci anche senza pubblico, perché c’è un’economia che va avanti con il Festival, non pensiamo solo al cantante che è sul palco”.