Giusy Versace: dal grave incidente all’atletica leggera | Ecco chi è

Giusy Versace si racconta: da quel maledetto incidente che le ha cambiato la vita per sempre all’atletica leggera che l’ha salvata

Giusy Versace

Giusy Versace, è una celebre campionessa paraolimpica ormai anche volto noto televisivo. Quello che non tutti sanno, è che fin da giovane Giusy Versace ha sempre lavorato nel mondo della moda fino a quando un terribile incidente le ha stravolto la vita.

Giuseppina Versace è nata il 20 maggio a Reggio Calabria, figlia d’arte, nasce infatti dall’amore di Alfredo, il cugino dei fratelli Donatella, Santo e Gianni Versace dell’omonima casa di moda.

Dopo un’infanzia felice vissuta a Reggio Calabria, all’età di 20 anni decide di trasferirsi a Milano e poi successivamente a Londra per vivere a pieno il lavoro nel mondo della moda.

Contro ogni prognostico, la bella Giusy non ha mai lavorato per il brand di famiglia e lei stessa durante un’intervista ha dichiarato: “Sono andata via di casa a 18 anni, volevo costruirmi da sola ed essere indipendente“.

Giusy Versace: il terribile incidente

Il 22 agosto 2005,  Giusy Versace ha subito una grave battuta d’arresto. A soli 28 anni perde entrambe le gambe durante un tragico incidente stradale sull’autostrada Salerno-Reggio Calabria.

A causa di un improvviso e violento temporale perde il controllo dell’automobile e finisce contro il guard-rail. L’Ente nazionale per le strade fu poi costretto a risarcirla per 1 milione, 485 mila e 182 euro ma a nulla servì per colmare il dolore.

L’Ente non poteva consentire la circolazione su un tratto di strada di cui aveva la custodia, senza adottare i presidi necessari ad eliminare i fattori di rischio”, stabilì il tribunale in seguito.

Dopo il terribile incidente, Giusy ha dovuto fare i conti con un importante decisione: arrendersi o rinascere. E li è sopraggiunta la svolta. Grazie allo sport, come lei stessa ha spiegato in un’intervista a “Il Giornale“, è rinata: “Non mi potevano licenziare perché l’incidente è avvenuto durante una trasferta per lavoro.

Io (…) ho lottato fino alla fine. Sono anche riuscita a riavere la scrivania di prima. Ma nel frattempo dentro di me era scattato qualcosa. Mi sono chiesta: ma è davvero questo quello che voglio fare nella vita?“.

La sua rinascita: lo sport

Giusy Versace

Nel 2010 allora intraprende quella che poi diverrà una bellissima carriera nell’atletica leggera con l’aiuto di due protesi in fibra di carbonio. Oggi Giusy Versace ha vinto 11 titoli italiani e quello di primatista europea.

Giusy diviene così, in poco tempo una donna simbolo di forza e di coraggio. Giunge anche in televisione presentandosi nel 2014 e vincendolo allo show “Ballando con le stelle. Successivamente, debutta come conduttrice di “Alive – La forza della vita e La domenica sportiva“.

È anche autrice dell’autobiografia “Con la testa e con il cuore si va ovunque, diventato poi anche uno spettacolo teatrale.

Leggi anche -> Sanremo 2021, la finale: il rock dei Maneskin travolge l’Ariston

Leggi anche -> Sanremo e la classifica a rischio: il Codacons si mette in mezzo

Leggi anche-> Elettra Lamborghini racconta la sua tristezza: “Ho perso il mio più grande affetto”

Giusy Versace: La vita privata

Per quanto riguarda la sua vita privata, essenziale è stato per lei sicuramente il fidanzato: Antonio Magra. Anche Antonio è stato vittima di un incidente quando una motozappa gli ha tranciato una gamba mentre lavorava nei campi.

Da quel giorno si è dedicato all’atletica diventando un campione paralitico nella specialità con il lancio del disco e il getto del peso. Il loro primo incontro è avvenuto a Bologna quando lei, subito dopo l’incidente, si trovava in loco per imparare ad utilizzare le protesi.

L’incontro con l’amore della sua vita è stato importante per aiutare Giusy Versace a scoprire il suo grandissimo talento nello sport e diventare la donna forte e meravigliosa che noi tutti oggi ammiriamo.