Francesco Venditti sulle orme della madre Simona Izzo: Ecco cosa fa

Francesco Venditti è il figlio d’arte di Simona Izzo e Antonello Venditti ma la figura della madre è quella che ha influito maggiormente

Francesco Venditti (websource)

Francesco Venditti è il figlio di Simona Izzo e Antonello Venditti. Il padre è un famosissimo cantautore romano. La sua passione per la musica comincia in tenera età, quando frequentava solo le elementari. In quel periodo studia pianoforte alla scuola XX settembre 1870.

Esordisce nel mondo della musica tramite il Folkstudio di via Garibaldi, dove gli viene fatto un provino da Giancarlo Cesaroni, personaggio brillantemente descritto nel suo libro, che dopo aver ascoltato alcuni suoi brani lo invitò a tornare la domenica per lo spettacolo.

Lo spazio domenicale cominciava alle 14:30 e finiva a loro discrezione. I giovani del Folk(studio) così li chiamavano e ne fecero parte Antonello Venditti, De Gregori, Giorgio Lo Cascio ed Ernesto Bassignano. Furono loro i quattro ragazzi con la chitarra ed un pianoforte sulle spalle che ispirarono la prima strofa di “Notte prima degli esami”.

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Simona izzo (@simonettaizzo)

Nel 1975 arriva la sua consacrazione, ma soprattutto il matrimonio con Simona Izzo. Nonostante il loro matrimonio finì solo tre anni dopo la coppia ebbe un figlio che chiamarono Francesco, il quale nonostante la figura del padre ha deciso di seguire le orme della madre.

Leggi anche -> Gianni Sperti e la pugnalata al cuore: lutto gravissimo

Leggi anche ->Tara Gabrieletto di Uomini e Donne e il ritorno di fiamma con Cristian: l’indiscrezione

Francesco Venditti, sulle orme di Simona Izzo

Fu la figura della madre ad ispirare Francesco. Simona è stata una figura molto importante sia per il cinema che per la televisione. Ha ricoperto ogni tipo di ruolo, l’abbiamo vista nei panni di attrice, regista, doppiatrice, sceneggiatrice, per non dimenticare le numerose apparizioni televisive.

Comincia come doppiatrice sin da giovane, arrivando a vincere nel 1990 un nastro d’argento per il doppiaggio di Jaqueline Bisset nel film “Scene di lotta di classe a Beverly Hills”.

Francesco Venditti (websource)

Non poteva che avere anche lui una qualche dote artistica visti quali modelli aveva in casa. Ad influenzarlo di più però fu la madre in quanto, sebbene lei ed Antonello siano in buoni rapporti, lo ha cresciuto dopo la separazione.

Si dedica anche lui fin da ragazzo al doppiaggio e alla recitazione. Il suo debutto come attore avviene nel 1976, sotto la regia di Ricky Tognazzi nel film “Vite strozzate”. Recitò in diversi film importanti, tra cui “Romanzo criminale”, il film di Michele Placido.

Nonostante il successo in questo ambito non abbandona il doppiaggio, arte che rese famosa la madre. Anche lui è riuscito a vincere un premio, il Leggio d’oro voce maschile dell’anno. Una carriera di tutto rispetto anche la sua, degna della grande madre.