Si chiama Penguins Love To Rock, ed è un progetto tutto nuovo che nasce dalle ceneri di Kronic. Visita, commenta, partecipa!
username: password: Registrazione
Condividi
Dream TheaterProgressive Nation 2009
chi
Dream Theater + Opeth, Bigelf, Unexpect
dove
Assago, Milano, Mediolanum Forum
quando
2009-10-26

Progressive Nation 2009

Il carrozzone prog di Mike Portnoy sbarca oltreoceano

di Eugenio Crippa ~ 09/11/2009

Dream Theater, ancora Dream Theater, sempre Dream Theater. C’è da chiedersi, e sicuramente in molti già l’hanno fatto, perché una band che è passata alla storia oltre 15 anni fa col suo secondo album – Images & Words naturalmente – non abbia ancora trovato il coraggio e la dignità, se non di appendere per sempre gli strumenti al chiodo, almeno per prendersi una pausa di riflessione lunga più di qualche misero mese. I motivi volendo si trovano, uno in particolare potrebbe consistere nel fatto che la premiata ditta Portnoy&Petrucci non si renda conto della direzione in cui ha trascinato la musica dei Dream Theater con gli ultimi due album, un cambio che guarda caso coincide con la libertà artistica concessa dalla Roadrunner Records, in cambio di uno sforzo promozionale che punta principalmente su giovani e più malleabili ascoltatori. Chi è abituato a guardare il resto del mondo dall’alto verso il basso difficilmente si concede qualche autocritica, ed è un dato di fatto che l’età media della fanbase del gruppo americano si sia notevolmente abbassata negli ultimi tempi. E non pensiamo si tratti di pura coincidenza.

Questa riflessione iniziale contrasta però con i due meriti che è giusto concedere al Teatro dei Sogni. Il primo è quello di aver portato sul palco uno show molto meno soporifero e, se ci è concesso il termine, sborone di quello di due anni fa – quando si trattò di promuovere i brani di Systematic Chaos –, ripescando i brani più intensi di Scenes from a Memory e l’accoppiata The Mirror/Lie da Awake. La scelta di Rudess di virare subito il proprio assolo alle tastiere sul motivo di O Mia Bela Madunina, un omaggio che è stato poi ripetuto anche nelle altre date italiane del tour in base alla città in cui la band suonava, è stato inoltre una buona sorpresa, soprattutto al posto dell’autoindulgenza tritamaroni a cui eravamo ormai rassegnati. Il secondo motivo è anche quello più importante: offrire a band di secondo piano, soprattutto dal punto di vista dell’esposizione, la possibilità di uscire finalmente dall’anonimato.

Qualcosa di cui gli Opeth oggi non hanno bisogno, non almeno ai livelli dei primi due supporter. Paradossalmente, la band svedese piace più oggi che in veste di headliner una dozzina di mesi fa, quando propose una scaletta altamente prevedibile e non molto differente da quanto già suonato pochi mesi prima all’Evolution Festival. Questa volta partono piano – quando solitamente concedono un intermezzo soft a metà concerto – con Windowpane, e rinunciano alle solite hit – Heir Apparent, Demon of the Fall, The Grand Conjuration… – per tirar fuori dal cilindro finalmente brani suonati raramente dal vivo: April Ethereal, Harlequin Forest ed il finale di Hex Omega mettono i brividi, e sono un meraviglioso arrivederci da parte di una band che si prenderà presto un anno sabbatico, prima di rimettersi al lavoro.

Chi invece ha sicuramente apprezzato il fatto di suonare ogni sera davanti a migliaia di nuovi potenziali ascoltatori sono gli Unexpect ed i Bigelf, entrambe formazioni d’oltreoceano; ed entrambe, ad onor del vero, attive da una oltre dieci anni. Possibile che tanti anni siano trascorsi invano? Evidentemente il potenziale di Internet non è stato sfruttato a dovere – o forse è la rete a mostrare i suoi limiti… – ed è chiaro quanto i concetti di etichetta e distribuzione siano fondamentali in questo caso. Il precedente Hex firmato Bigelf non si è ben capito quando abbia traversato l’Atlantico, fisicamente s’intende, ma è certo che l’ultimo Cheat the Gallows giunge oggi nei nostri negozi con un anno di ritardo rispetto alla data ufficiale di rilascio. In questa serata la band del cappellaio matto Damon Fox deve puntare sull’impatto – e su un Mike Portnoy che spunta improvvisamente sul palco per suonare un brano con loro – e quindi evita i brani più lunghi ed articolati. Colate di tappeti di mellotron, tastiere e schitarrate in cui hard rock e psichedelia si fondono insieme, questo e molto altro scopriranno i nuovi seguaci dei Bigelf. Gli Unexpect, dal canto loro, hanno forse il problema di essere ancor più eterogenei, e solo in futuro sapremo se la frangia di progressive maniac è aperta anche a nuove proposte, o se in fondo ci si può anche accontentare dei Dream Theater. A nostro avviso, la seconda opzione costituirebbe nient’altro che un grossolano errore.

Opeth:
Windowpane
The Lotus Eater
Reverie/Harlequin Forest
April Ethereal
The Leper Affinity
Hex Omega

Dream Theater:
A Nightmare to Remember
The Mirror
Lie
Keyboard Solo
Prophets of War
Wither
The Dance of Eternity
One Last Time
The Spirit Carries on
In the Name of God
---
The Count of Tuscany

 

[progressive nation 2009] unexpect @ mediolanum forum (credits: opethpainter )

[progressive nation 2009] unexpect @ mediolanum forum (credits: opethpainter )

[progressive nation 2009] unexpect @ mediolanum forum (credits: opethpainter )

[progressive nation 2009] unexpect @ mediolanum forum (credits: opethpainter )

[progressive nation 2009] unexpect @ mediolanum forum (credits: opethpainter )

[progressive nation 2009] unexpect @ mediolanum forum (credits: opethpainter )

[progressive nation 2009] unexpect @ mediolanum forum (credits: opethpainter )

[progressive nation 2009] unexpect @ mediolanum forum (credits: opethpainter )

[progressive nation 2009] bigelf @ mediolanum forum (credits: opethpainter )

[progressive nation 2009] bigelf @ mediolanum forum (credits: opethpainter )

[progressive nation 2009] bigelf @ mediolanum forum (credits: opethpainter )

[progressive nation 2009] bigelf @ mediolanum forum (credits: opethpainter )

[progressive nation 2009] bigelf @ mediolanum forum (credits: opethpainter )

[progressive nation 2009] bigelf @ mediolanum forum (credits: opethpainter )

[progressive nation 2009] bigelf @ mediolanum forum (credits: opethpainter )

1234

si dice sul forum...

qualcuno uccida i dream theater per favore.
di blasf of the dead il 09/11/2009 22.23.15
qualcuno uccida i dream theater per favore.
Perché privare il mondo del suo miglior gruppo pop?
di Giulio Anichini il 09/11/2009 22.52.08
io 46 euro non glieli ho dati...più o meno alla stessa cifra ho goduto con Porcupine Tree e Riverside ieri sera...du gust is megl che one! Sarei andato solo per gli Opeth...li ho già visti a dicembre a milano...7 euro a brano me pare un pò esagerato.... :)
di Lazarus il 10/11/2009 9.56.55
concerti come questo ti fanno venir voglia di ascoltare i motorhead a vita.
di Aeon il 11/11/2009 22.16.23
Questi mi han rotto le balle. Ogni sito Web che giro, in ogni compagnia che incontro per strada...escon sempre fuori i DT e i virtuosismi di Petrucci e compagni sfigati e saccenti. E basta,non se ne può più! Andfate a prendervelo in QUEL posto, per piacere. Torno ad ascoltare Bartok, che è meglio.
di Front242Rulez il 15/11/2009 12.32.16
Segnalerei con un francesismo che gli Unexpect spaccano il culo ai passeri. Ovviamente, nessuno se li caga perché, da buona band avant, suonano roba troppo "incasinata" e hanno, di conseguenza, molto meno hype dei consueti brand. Provate però a confrontare il loro "In a flesh aquarium" con qualunque recente uscita del filone progressivo comunemente inteso...
di Cristiano Iarusci il 12/01/2010 13.19.47

Aggiungi un commento:


interviste

Dream Theater (2008)
Dream Theater (2007)
Dream Theater (2002)

recensioni

Dream Theater
Black Clouds & Silver Linings
(2009)
Dream Theater
Chaos in Motion 2007-2008
(2008)
Dream Theater
Systematic Chaos
(2007)
Dream Theater
Octavarium
(2005)
Dream Theater
Train Of Thought
(2003)
Dream Theater
Six Degrees Of Inner Turbulence
(2002)
Dream Theater
Live Scenes From New York
(2001)

news

Dream Theater e Opeth: i dettagli degli show italiani: (2009)
Rite Of Passage: guarda il nuovo video dei Dream Theater: (2009)
Dream Theater: tutto sul nuovo disco: (2009)
Dream Theater: esce oggi il DVD "Chaos In Motion": (2008)
Dream Theater: Dal vivo in Italia per ben 5 date: (2007)
Dream Theater: James LaBrie parla del tour e della band: (2007)
Dream Theater: Ringraziamenti per l’ottimo successo in Italia: (2007)
Dream Theater su YouTube: Recording session immortalate sulla rete: (2007)
Dream Theater: Nuovo contratto e disco alle porte!: (2007)
Un DVD per celebrare i 20 anni di carriera dei Dream Theater: Le anticipazioni di Mike Portnoy: (2006)
Dream Theater: Ecco la copertina del nuovo album: (2005)
Dream Theater: Tolti i veli al nuovo album: (2003)
Dream Theater: Nel concerto di Londra di due giorni fa tributano un omaggio agli Iron Maiden.: (2002)
Dream Theater: Ricordando i primi Metallica...: (2002)
Dream Theater: Nuove dallo studio: (2001)
Dream Theater: Cambio di programma: (2001)
Dream Theater: Triplo live a settembre: (2001)
Dream Theater: Triplo live a settembre: (2001)
Dream Theater: Ecco i vincitori del concorso!: (2001)

live report

Dream Theater (2007)
Dream Theater (2005)
Dream Theater (2004)

news

Hail!, la superband di Ellefson, Kisser e Owens suona con Portnoy: (2009)
I Dream Theater premiati ai Classic Rock Awards: (2009)
Dream Theater: quattro nuovi bootleg: (2009)
Dream Theater, mai così in alto: (2009)
Progressive Tour: Dream Theater in Italia: (2009)
Dream Theater e Brian May si scambiano complimenti: (2009)
Dream Theater: gioca in rete con la band!: (2009)
Brian May fa i complimenti ai Dream Theater: (2009)
Top 2008: la classifica personale di Mike Portnoy: (2009)
Creative Commons License