Ezio Greggio e il rapporto con Enzo Iacchetti: tra abbracci e telecamere nascoste | La confessione

Ezio Greggio torna a parlare del rapporto con Enzo Iacchetti, i due ormai da anni sono il duo più rodato della trasmissione Striscia la Notizia.

Ezio Greggio (Getty images)

Sicuramente Ezio è uno dei personaggi più amati della televisione italiana. Da alcuni anni ha voluto puntare tutto sul cinema, organizzando un festival della commedia in quel di Montecarlo dove vive. Ha così regalato al pubblico nuovi splendidi film che ha contribuito a diffondere.

Il suo volto però non può che essere associato, subito di primo impatto, a Striscia la Notizia. Il tg satirico di Antonio Ricci ha superato i 30 anni ed è uno dei programmi più iconici della televisione. Questo ha permesso lui di raggiungere dei risultati molto importanti.

Sul mondo dello spettacolo ha molto da raccontare, dimostrando di essere personaggio di grandissimo spessore. Così ha conquistato il pubblico e permettendosi di raggiungere dei risultati che si possono considerare impossibili di raggiungere.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Ezio Greggio (@ezio_greggio)

Ha voluto raccontare qualcosa di veramente interessante sulla sua vita professionale.

Leggi anche -> GfVip, Andrea Zenga esce allo scoperto: parole sorprendenti

Leggi anche -> Rosalinda Cannavò: Ho visto la morte in faccia | Il terrore negli occhi

Leggi anche -> Flavio Briatore e la Gregoraci tornano insieme e si sposano: l’indiscrezione

Ezio Greggio ed il rapporto con Enzo Iacchetti

Negli anni il rapporto tra Ezio Greggio ed Enzo Iacchetti si è trasformato in una vera e propria simbiosi con i due che hanno dimostrato di avere grandissimo carattere e voglia di mettersi a disposizione del pubblico. Con loro Striscia la Notizia è diventato un mondo pieno di grandi emozioni.

Così Enzino aveva parlato: Non ho amici nel mio ambienti di lavoro. Ho amici che fanno gli idraulici, i meccanici, qualcuno il dentista e uno il commercialista”.

Al Corriere della Sera però Ezio ha ribadito: “Prima di tutto è un amico. Chi viene dai laghi ha quella vena tenera e surreale che ricorda Pozzetto, Jannacci, Piero Chiara. Ricci mi mandò a incontrarlo a Roma, eravamo in un ristorante all’aperto, io gli parlavo e Enzo si guardava intorno.”

Era convinto che ci fosse una telecamera nascosta, che fosse uno scherzo. Dopo il suo esordio corse in camerino per telefonare a sua madre. Mi abbracciò: le sono piaciuto, ora ho capito che sono arrivato a Striscia”