Miriam Leone e la terribile vicenda di stalking: “Mi aspettava sotto al portone”

Miriam Leone parla della terribile esperienza di stalking subita. Cerchiamo di comprendere cosa le è successo e i numeri scandalosi del problema nel nostro paese.

La ‘reginetta’ del mondo dello spettacolo italiano è amata e ammirata da gran parte degli italiani, anche se alcuni lo hanno fatto notare in modo molesto. Infatti, Miriam Leone ha denunciato più volte le problematiche avute con alcuni corteggiatori, che sono arrivati anche a farle un vero e proprio stalking. 

Lei è famosa per aver vinto il premio di ‘Miss Italia’ nel 2008, ma poi la sua carriera ha spiccato il volo, sia sul piccolo che sul grande schermo. In particolare, ha vinto molti premi nel mondo dello spettacolo italiano, passando dal Ciak d’oro del 2016, come Miglior attrice speciale per la parte nel film ‘Non uccidere’, fino ad arrivare ai due nastri d’argento, l’ultimo vinto nel 2021 per il film ‘L’amore a domicilio’. In più si è portata a casa anche un telegatto.

Insomma, una vera e propria nobildonna delle macchine da presa, che però ha dovuto subire minacce di stalking per via di una cultura malata e di uomini trogloditi. “Uno mi mandava delle foto delle sue parti genitali, mentre un altro mi aspettava sotto al portone di casa”, ha affermato la showgirl a 360 gradi. Per questi problemi ha dovuto cambiare casa e profilo nei social media.

 

Miriam Leone con i capelli biondi
Miriam Leone ospite per l’evento ‘Giambattista Valli loves H&M’ (GettyImages)

 

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Fedez pedinato da un uomo, lo aggredisce: partono le indagini per stalking

LEGGI QUI: Miriam Leone: scatto bollente. Sotto il pullover da uomo, nulla

APPROFONDISCI ANCHE: Michelle Hunziker, l’episodio di violenza: la confessione da lacrime

Lo stalking in Italia e il numero di vittime, tra cui emerge il nome anche di Miriam Leone

Una donna indica di fermarsi
L’immagine contro la violenza sulle donne di Salute.gov.it (WebSource)

Il problema della violenza sulle donne, nel nostro paese, è tutt’altro che marginale. Effettivamente, Miriam Leone è soltanto una delle innumerevoli vittime di questi soprusi perpetrati dagli uomini, che forse tali neanche dovrebbero essere definiti.

I dati dell’Istat parlano chiaro, questo è un problema che va risolto e le istituzioni lo sanno bene, sempre aggiornate da una miriade di associazioni che si occupano del tema. Ad oggi, sembra che il 31,5% delle donne in Italia abbia subito un qualche tipo di violenza, portata avanti il più delle volte da partner e ex partner. I dati sembrano diminuire durante gli anni, ma la problematica è sempre attuale e fatta di una mancanza di rispetto abnorme verso le donne.

Anche nel mondo una donna su tre ha subito problematiche del genere. Fra i tipi di violenze subite vi sono quelle fisiche, sessuali, economiche e psicologiche. Ovviamente, quelle fisiche sono le più gravi e le più punite, ma anche le altre creano problematiche difficili da superare. Quello che si chiede alle donne è di denunciare ai numeri telefonici indicati: il 112 o il 1522, ma anche di usare l’App you pol, che è molto utile.