Filippo Nardi, il dramma che l’ha colpito: “Costretto a mangiare solo patate…”

Filippo Nardi racconta il drammatico periodo di povertà che ha vissuto in cui era costretto a mangiare patate. Ecco cosa ha confessato.

 

Filippo Nardi è noto al pubblico italiano per la sua partecipazione al Grande Fratello, che abbandonò perché insofferente alle ferree regole del programma (celebre è la scena di lui che chiede un pacchetto di sigarette in confessionale). Nel 2020 ritorna nella casa più famosa d’Italia partecipando stavolta alla versione Vip, ma viene squalificato per aver rivolto alcune frasi sessiste nei confronti di Maria Teresa Ruta.

Filippo Nardi
Filippo Nardi ad una sfilata – Getty Images

Nonostante le partecipazioni al Gf non siano andate benissimo, la sua carriera all’interno della tv gli ha dato qualche soddisfazione. Ha fatto l’inviato per Le iene, il conduttore di alcuni programmi, tra cui l’Anteprima al Festivalbar e l’opinionista a Domenica Live.

Della sua vita privata si sa poco e niente, ma durante un’intervista al settimanale Chi ha confessato che il periodo della separazione dall’ex compagna, nonché madre di suo figlio, è stato molto duro. Vediamo nel dettaglio cosa ha detto.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —> Gf Vip: Alba Parietti costa l’eliminazione a un concorrente | La polemica

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —> Paola Perego dalla brutta condanna in tribunale al lutto sofferto: Oggi come sta

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —> Filippo Nardi come Bettarini: parole al veleno a Mediaset

Filippo Nardi costretto a mangiare solo patate per portare al cinema il figlio: ecco il drammatico periodo che ha vissuto l’ex gieffino

Filippo Nardi
Filippo Nardi sul suo profilo Instagram

Filippo Nardi in un’intervista a Chi ha rilevato un dettaglio del suo passato che ha colpito. Quando si è separato dalla compagna Benedetta Dolfi, da cui ha avuto un figlio, Zach, per lui sono iniziati anche i problemi economici. Infatti, è stato costretto a vendere un immobile a Milano per trasferirsi prima in Romagna, poi poco distante da Firenze.

Le cose dal punto di vista finanziario non andavano molto bene, ma ha cercato di non far mai mancare nulla a suo figlio, portandolo al cinema e insegnandogli il valore del denaro.

Ha ammesso infatti:  “Potevo mangiare fuori tutte le sere e invitare 6-7 persone spendere ogni volta 500-600 euro. Sono passato al non poter andare a mangiare la pizza con mio figlio. Se lo portavo al cinema poi per qualche giorno dovevo mangiare solo patate. Sono cose che fai volentieri, però, non mi pesa”.

“Sono andato a vivere in Romagna per guardare il mare e fare i conti con me stesso. Ma quando ho capito che Zack aveva bisogno di me, mi sono trasferito vicino a lui, poco fuori Firenze. Ho venduto le cose più care che avessi e ho spiegato a mio figlio il valore del denaro. Ma ho cercato di non fargli mancare le cose che per noi erano importanti. Andavamo tutte le settimane al cinema a vedere i film appena usciti. Per portarlo alla prima di Star Wars rinunciai a fare la spesa, non mangiai per giorni” ha raccontato.