Luciana Littizzetto, l’accusa davanti alle telecamere: “Sei solo un egoista”

Luciana Littizzetto ha fatto un monologo a Che tempo che fa in cui si scaglia contro una determinata persona. Ecco di chi si tratta.

 

Luciana Littizzetto è una comica, imitatrice e conduttrice radiofonica e televisiva. Ha iniziato la sua carriera con la Gialappa’s band. Poi, è approdata nel cinema interpretando molti ruoli. Il sodalizio lavorativo con Fabio Fazio inizia ai tempi di Quelli che il calcio e continua con Che tempo che fa.

Luciana Littizzetto e Fabio Fazio
Luciana Littizzetto e Fabio Fazio al Festival di Sanremo – Getty Images

Autrice proficua, ha scritto sedici libri ed è in uscita con un nuovo libro che parla della sua storia personale, di come ha deciso di adottare i suoi due figli e di quanto sia stato complicato aver conquistato la loro fiducia. Il libro si intitola Io mi fido di te (Storia dei miei figli nati dal cuore).

Nella serata di Domenica a Che tempo che fa ha espresso un monologo su una figura in particolare. Ecco di chi si tratta.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —> Luciana Littizzetto ed il passato che l’ha segnata: “Mamma e papà si sono arresi presto”

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —> Avete mai visto il figlio di Luciana Littizzetto? Sembrano uno la fotocopia dell’altro: ecco chi è

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —> Luciana Littizzetto e il dolore per la terribile tragedia: “Una ferita aperta…”

Luciana Littizzetto si scaglia contro il monopatterista: ecco cosa ha detto nel monologo a Che tempo che fa

Littizzetto
Luciana Littizzetto (Instagram)

Nell’ultima puntata andata in onda su Rai Tre del programma Che tempo che fa Luciana Littizzetto ha parlato senza usare mezzi termini sulla figura del monopatterista, ossia colui che usa il monopattino per spostarsi in città.

Ecco ciò che ha detto l’attrice: “Caro monopatterista, viaggiatore solitario di gamba sola, acrobata delle mie rotelle e centauro dal polpaccio propulsore. Amico danzatore di surf da strada che mi passi a fin di culo a 30 all’ora e mi porti via un gomito. Equilibrista delle ruotine a cui piace andare in giro come Vispa Teresa con il naso in su e la gambina piegata. Mi spieghi come mai quando scendi dal monopattino, lo schianti sul marciapiede così alla vavavaffan… dammi un motivo, amico, anche uno solo… perché, mi chiedo, me lo sbrodoli sul pavé o lo abbandoni poggiato a terra che se arriva una carrozzina con un disabile o una mamma con il passeggino deve fare lo slalom? Possibile che non riesci con le tue manone sgorbie a dargli una sistemata?”.

In poche parole, Luciana Littizzetto denuncia la questione perché può essere un ennesimo ostacolo per chi ha una disabilità o per tutte le mamme con passeggino a seguito.