Ricordate Maurizio Ferrini? Il terribile periodo buio: “Quasi a chiedere l’elemosina…”

Maurizio Ferrini ha passato un terribile momento buio della sua vita: ecco cosa è successo, i dettagli e le curiosità

Maurizio Ferrini, classe 1973, è un comico e artista italiano conosciuto al grande pubblico come la Signora Coriandoli, personaggio che ha accompagnato diverse puntate ed edizioni di Domenica In e rappresentando nella veste comica la classica casalinga media italiana. Egli nasce artisticamente nel 1986 in una delle trasmissioni di punta di Renzo Arbore, Quelli che la notte, facendosi apprezzare lanciando il popolare tormentone “Non capisco, ma mi adeguo”.

 

Mauri sorride
Maurizio Ferrini (foto web)

Grazie al successo della signorina Emma Coriandoli, classica casalinga media italiana conquista non solo il pubblico ma ha la possibilità di girare alcuni spot per alcuni sponsor dell’epoca come FIAT, Amadori e Lavazza tanto che, nel 1992, Antonio Ricci lo chiama a condurre il tg più famoso d’Italia, Striscia la notizia dove fa coppia prima con Sergio Vastano, poi con Alba Parietti.

Tra gli anni Ottanta e Novanta, Maurizio prende parte a diverse pellicole cinematografiche tra cui Il commissario Lo Gatto, diretto da Dino Risi, questa volta al fianco di Lino Banfi e, successivamente un’altra pellicola di spessore e di enorme successo ossia Compagni di scuola  film corale diretto da Carlo Verdone, dove Ferrini interpreta l’ex alunno Armando Lepore, formando una classica coppia forzata con Alessandro Benvenuti.

Nel 2005 ha partecipato all’edizione condotta da Simona Ventura di un noto reality, L’Isola dei famosi e si classifica al secondo posto con il 25% dei voti. Ma non tutti sanno che oltre la professione di comico e cabarettista, egli ha scritto ben due libri L’ultimo comunista” del 1992 e “E’ permesso” del 1993 entrambi pubblicati per Mondadori.

Ha dovuto affrontare un periodo buio della sua vita a seguito delle sue poco favorevoli condizioni economiche.

LEGGI QUI>Terence Hill, il dramma vissuto da bambino: “Nascosti in cantina…”

LEGGI QUI>Barbara D’Urso ed il messaggio struggente: “Sento la tua mancanza…”

Maurizio Ferrini e il periodo buio

Mauri sorride
Il periodo buio (foto web)

Tutti ricordano il grande Maurizio Ferrini per la sua splendida interpretazione della signora Coriandoli, storica casalinga italiana e durante un’intervista da Serena Bortone  a Oggi è un altro giorno, ha ricordato la sua splendida carriera e il passaggio da Rai a Mediaset conducendo il tg satirico Striscia la notizia.

Così ha ironizzato la Signora Coriandoli : “Domenica In? Non pensavo di creare tanto scompiglio da sola lì!”. 

Ma Maurizio ha dovuto affrontare un momento davvero buio della sua vita, dicendo no anche a Sergio Leone, produttore di Troppo forte di Carlo Verdone affermando: “Mi chiese la disponibilità per il ruolo di Sordi, risposi: aspetti che chiedo consiglio ad Arbore. Poi, non so perché, forse ero in trance, ma lo tenni sulle spine e gli dissi di no. Da allora divenni “lo stron*o che disse no a Sergio Leone”. 

Dopo la sua partecipazione al film di Vanzina inizia il declino per lo storico comico: “Da allora ho speso quasi tutti i soldi che avevo. Sono arrivato al punto di fare serate a 300 euro, quasi a chiedere l’elemosina. Ero entrato in depressione, l’unica cosa che continuava a girare era la creatività. Ho prodotto talmente tante opere di visual art che ora vorrei farne una mostra”.