Claudio Amendola e la dipendenza dalla quale non riesce a staccarsi: “Sono stufo”

Claudio Amendola, il celebre attore che con il suo sorriso continua a far innamorare, racconta della sua dipendenza: “Sono stufo”

Il noto Claudio Amendola,  oggi alle prese con i suo impegni televisivi torna a far parlare di sé. Dopo il grande successo ottenuto dalla serie “Neri a metà”  il suo aspetto comincia ad assomigliare sempre più al personaggio che interpretava: Carlo Guerrieri.

Claudio Amendola

Capelli corti e barba brizzolata ancora una volta l’attore mostra il suo affascinante sorriso. In questi mesi riapparso nelle repliche della nota fiction su Rai Uno, si racconta: “Ultimamente la barba mi piace, mi copre, mi protegge”.

E così si torna a parlare di lui, nel frattempo infatti alcune voci brulicavano la sua partecipazione ad un nuovo programma: “Star in the star“, programma d’intrattenimento del giovedì sera di Canale 5.

Le trattative per portare Claudio Amendola a Star in the star  sembrano essere arrivate a buon punto…“. Cosi scriveva il  celebre sito web “Dagospia” e mentre queste voci non ricevono conferma lo stesso attore decide di raccontarsi senza filtri: ecco la sua brutta dipendenza.

Leggi anche -> Carlo Conti, il vizio che nessuno si aspettava: “tuo padre….ci è morto”

Leggi anche -> Simona Ventura e Paola Perego, pronte per il nuovo programma insieme: Spunta il pesante indizio

Guarda anche —> Elisabetta Gregoraci, la preoccupazione in diretta a Verissimo: “A mio padre è stato diagnosticato un tumore”

Claudio Amendola: i dettagli della sua dipendenza

Claudio Amendola

L’attore durante un intima intervista a “Sorrisi” svela il tanto atteso ritorno di altre due stagioni di “Nero a metà” e racconta cosa ha fatto durante questo periodo, lontano dalle scene.

E mentre ripercorre i tratti salienti del lavoro su questa fiction Claudio Amendola svela la sua brutta dipendenza: la televisione. “Ho fatto dei tour de force. Ora mi sono stancato, non riesco a vedere più di tre puntate di seguito. Sono anche un po’ stufo delle serie, non si parla d’altro… Sono tornato ai documentari naturalistici e storici”.

“In questi mesi fisso è stato l’appuntamento con la Protezione Civile delle 18 che non potevo saltare. Poi ho capito che i numeri lasciavano il tempo che trovavano. All’inizio con Francesca abbiamo visto le sette stagioni della serie “Ray Donovan”. Ma io ero già dipendente dalla tv. Ne vedo tantissima”.

La televisione è quindi per l’attore un punto debole, ama guardarla e perdersi in documentari ed una volta anche in fiction. Non si rivede solitamente ma specifica che la televisione gli porta anche altre gioie quali rivedere suo padre Ferruccio Amendola.

“In questi mesi, in varie trasmissioni, ho rivisto le immagini di mio papà in sceneggiati degli Anni 80 e 90. Ogni volta è un misto di felicità, tristezza e malinconia. Rivedere papà mi fa sempre effetto“.