Iva Zanicchi esplode in lacrime, il dolore per il grave lutto: “Accompagnarlo alla morte…”

Iva Zanicchi e il dolore per il grave lutto che l’ha coinvolta: ecco di chi si tratta, i dettagli e le curiosità della vicenda

Iva Zanicchi, classe 1940, ed è una nota cantante, opinionista, conduttrice italiane ex politica italiana. Una cantante poliedrica, dotata di un timbro vocale quasi tenorile e in grado di spaziare tra i generi musicali più diversi, definita da Alighiero Noschese come il pollice della canzone italiana, ossia una delle personalità più influenti della musica italiana insieme a Mina, Ornella Vanoni e Milva. Ha partecipato dieci volte al Festival di Sanremo riuscendo a vincere tre volte, diventando la cantante donna ad aver vinto più volte la manifestazione.

 

Iva sorride
Curiosità (foto web)

Nel 1960 esordisce con con la partecipazione a I due campanili di Silvio Gigli, un festival itinerante fino a partecipare al Festival di Castrocaro, dove non vince ma la sua voce nera colpisce alcuni discografici che le fanno sottoscrivere un contratto. Nel 1963 viene pubblicato il suo primo 45 giri contenente le canzoni Zero in amore/Come un tramonto, scritte per lei e arrangiate dal maestro Gorni Kramer. Nel 1966 risulta già la terza cantante italiana più importante nel panorama musicale, con Rita Pavone e Mina.

Tantissimi sono stati i successi di Iva, tra cui Zingara con la partecipazione al Festival di Sanremo insieme a Bobby Solo nel 1969, aggiudicandosi la vittoria e riscuotendo un enorme successo in termini di vendite, divenendo un vero evergreen della storia musicale Questa vittoria le permette di rappresentare l’Italia al quattordicesimo Eurofestival (attuale EuroVision Song Contest).

Ella si è definita “danneggiata” da alcune battute fatte da Roberto Benigni in un Festival di Sanremo tanto da affermare: “Roberto Benigni è un grande, può dire ciò che vuole, ma quando è andato a raccontare la storia di me e Berlusconi che lo facevamo in macchina, beh, lì ha toccato vette di volgarità inaccettabili, una cosa indegna”.

Ella ha vissuto un dramma familiare, dove ha perso una delle persone più importanti per lei, suo fratello.

LEGGI QUI>Avete mai visto casa di Alba Parietti? Sembra una vera reggia

LEGGI QUI>Francesco Facchinetti allo stremo, il duro sfogo: “Fanno bullismo…”

Iva Zanicchi e il dramma familiare che l’ha coinvolta

Iva sorride
Il dramma familiare (foto web)

Iva Zanicchi ha dovuto affrontare un brutto dramma familiare, la morte di suo fratello Antonio e in una post sui social ha dedicato delle parole di amore e dolore: “Ciao fratello mio. Ti ho amato come un figlio”. 

Ella durante una intervista a Verissimo, condotto da Silvia Toffanin ha raccontato del dramma vissuto: “Tutto è cominciato quando io ho sentito dei dolori strani alle mani, agli arti. Avevo poca febbre, 37.5. Ho capito subito che era il coronavirus. Io e tutti i miei parenti eravamo positivi. C’era stata la cresima del nipote di mia sorella e dopo la cerimonia sono venuti a salutarci a casa sempre con la mascherina. Forse ci siamo infettati così”.

Ha aggiunto: “Mi hanno ricoverato, lì ho pianto. Non ho avuto mai il casco, ho avuto dei momenti di crisi e ho pregato Poi, è entrata mia sorella di 82 anni, che adesso sta benino. Poi, è entrato mio fratello Antonio che era cardiopatico. Eravamo tutti nello stesso reparto. Poi io e mia sorella siamo uscite. Nel giro di 12 ore, è precipitato tutto. Ha sofferto tantissimo. Mi ha chiamato l’infermiera e mi ha detto che lo avrebbero sedato. Ma non pensavo che lo accompagnassero alla morte. Mi ha videochiamato e mi ha chiesto di salutare tutti. Io per lui ero come una mamma. Trovo così ingiusto che non l’ho più visto. Era un artista, dipingeva benissimo”. 

Afferma in lacrime: “Lui diceva che io e le nostre due sorelle lo soffocavamo. Fin da piccolo aveva avuto problemi al cuore e lo seguivamo in tutto e per tutto. Ciao Antonio bambino mio”.