Ricordate Giulio Scarpati, Lele di Un medico in famiglia: dalle sale d’Italia al dramma dell’alzheimer | Ecco com’è diventato

In molti ricordano Lele Martini, il protagonista di ‘Un medico in famiglia’ interpretato da Giulio Scarpati. Che fine ha fatto l’attore?

Giulio Scarpati
Giulio Scarpati (Gettyimages)

Chi non ricorda una serie che ha fatto la storia delle televisione italiana come ‘Un medico in famiglia’. Per anni le reti Rai hanno dato modo al pubblico di restare legato ad una delle produzioni più di successo a cavallo tra gli anni ’90 e 2000. Un prodotto per tutta la famiglia, che proprio per questo ha raccolto grande successo. Serie che ha avuto anche la caparbietà di affrontare tematiche molto particolari, con un abile scrittura da parte degli autori e la bravura di interpreti che, in alcuni casi, hanno cavalcato concretamente la cresta dell’onda. Come dimenticare, ad esempio, l’interpretazione di Claudia Pandolfi nel ruolo di Alice Solari.

Ma come Claudia Pandolfi, anche un altro attore è riuscito a catturare l’affetto del pubblico di ‘Un medico in famiglia’. Stiamo parlando di Giulio Scarpati, il Lele Martini della famiglia protagonista della fiction. Attore dalle grandi peculiarità, che ha cominciato la sua carriera nel segno di ottime interpretazioni in ambito cinematografico.

Al cinema, infatti, si Scarpati si è fatto conoscere nel 1991 con i film ‘La riffa’ e ‘Chiedi la luna’. Nel 1994, poi, l’interpretazione del giudice Rosario Livatino nel film ‘Il giudice ragazzino’ lo porterà a guadagnare anche la nomination ai David di Donatello. Importante anche la collaborazione ne ‘Pasolini, un delitto italiano’, presentato anche in concorso alla 52ª Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia.

Leggi qui —> Sergio Vastano, da Striscia la notizia all’anonimato televisivo: Ecco che fine ha fatto

Leggi qui —> Ricordate Enzo Braschi, il paninaro di Drive In? Non immaginate che fine ha fatto

Giulia Scarpati ed il problema della madre, che fine ha fatto

Per Scarpati sono stati anni difficili quelli che lo hanno visto affrontare il problema della madre con l’alzheimer (scomparsa nel 2014). Ne ha parlato in un libro, “Ti ricordi la Casa Rossa? Lettera a mia madre”, ma anche nel corso di una particolare intervista ai microfoni del portale ‘Sanità Informazione’.

Cosi la domanda volta sul libro scritto dall’attore. “Sì, di fronte alla malattia di mia madre ho pensato, dato che non riuscivo a digerirla e la rifiutavo, che così avrei avuto modo per ricordare a lei le cose che io volevo ricordare del nostro passato, dell’infanzia, anche perché mi sembrava assurdo, dato che mia madre era una donna molto attiva, vederla improvvisamente come se avesse un blackout completo, come fosse un’altra persona”, le dichiarazioni molto profonde di Scarpati.

L’attore è tornato recentemente a farsi vedere ospite del programma ‘I soliti ignoti’ condotto da Amadeus. Recentemente è stato protagonista a teatro con lo spettacolo ‘Il misantropo’.