Raf, da idolo delle folle a esterno al mondo dello spettacolo: cosa fa oggi?

Raf è stato l’idolo musicale di moltissime generazioni, tuttavia con l’avvento dei nuovi stili musicali i più giovani non lo apprezzano a dovere

Raf (Instagram)

Raf, pseudonimo di Raffaele Riefoli, nacque in un paesino della Puglia il 29 settembre del 1959 ed è un famoso cantautore. A 17 anni si trasferì a Firenze per studiare all’istituto d’arte e successivamente si iscrisse alla facoltà di architettura.

Nel suo destino però c’era la musica. Poco tempo dopo infatti si trasferì a Londra, dove formò un gruppo rock/punk chiamato i Café Caracas. Tuttavia non riscosse molto successo inizialmente, tanto che dovette mantenersi con uno stipendio da lavapiatti.Un giorno incontrò Giancarlo Bigazzi, con cui formò un sodalizio che gli valse i primi passi della sua carriera. Decide poi di tornare a Firenze, all’epoca capitale della new wave  italiana.

Nel 1983 nacque il suo album Self Control, grazie al quale ottenne il suo primo successo discografico. Nel 1988 invece partecipò per la prima volta al Festival di Sanremo, nel quale raggiunse l’undicesimo posto.

Da li in poi potremmo dire che la sua carriera prese la spinta decisiva. Così Raf in quegli anni si affermò in questo settore, tanto da diventare un idolo delle folle. Al giorno d’oggi si sente fin troppo poco parlare di lui, nonostante non abbia abbandonato la musica.

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Raf (@rafriefoli)

Leggi qui -> Stefano Bettarini infaticabile, contro Alda D’Eusanio: parole impressionanti

Leggi qui -> Stefano Bettarini distrugge Alda D’Eusanio: veleno al quadrato

Leggi qui -> Simona Ventura rivela i suoi rimpianti: ecco il desiderio mai realizzato

Raf: che cosa fa oggi?

Non si può dire che Raf non si sia dato da fare in questi anni. Dall’inizio del nuovo millennio infatti l’artista ha pubblicato ben sei album, molti dei quali sono stati dei grandissimi successi.

L’ultimo risale al 2015, tuttavia ad oggi continua a scrivere nuovi testi, alcuni dei quali molto significativi. Il 22 ottobre 2018 uscì il singolo Come una danza, in duetto con Umberto Tozzi, che anticipò l’uscita di un doppio cd dal titolo Raf Tozzi previsto per il 30 novembre.

Inoltre ad aprile 2019 partì un tour dove i due cantanti suonarono i loro più grandi successi. Il tour fu rimandato di un anno per via dell’emergenza Covid-19. Ma allora perché sentiamo sempre meno parlare di personaggi come lui?

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Raf (@rafriefoli)

La risposta potrebbe essere data dal fatto che generi musicali diversi, tanto ascoltati dalle nuove generazioni, hanno preso il sopravvento anche in radio “spodestando” la vecchia scuola. Raf ancora oggi non si è fermato con il suo lavoro, infatti a luglio di questo anno ha pubblicato un nuovo singolo con Danti e Rovazzi chiamato “Liberi”.