Antonello Venditti, dai pensieri suicidi al tradimento: oggi cosa fa

Antonello Venditti nella sua lunga carriera nel mondo della musica è stato protagonista di alcuni episodi molti spiacevoli

Antonello Venditti (Instagram)

Antonello Venditti nasce a Roma l’8 marzo del 1949 ed è un famoso cantautore e pianista. La sua passione per la musica comincia in tenera età, quando frequentava solo le elementari. In quel periodo studia pianoforte alla scuola XX settembre 1870.

Esordisce in ambito musicale tramite il Folkstudio di via Garibaldi, dove gli viene fatto un provino da Giancarlo Cesaroni, personaggio che viene brillantemente descritto nel suo libro, che dopo aver ascoltato alcuni suoi brani lo invitò a tornare la domenica per lo spettacolo.

Lo spazio domenicale cominciava alle 14:30 e finiva a loro discrezione. I giovani del Folk(studio) così li chiamavano e ne fecero parte Antonello Venditti, De Gregori, Giorgio Lo Cascio ed Ernesto Bassignano. Furono loro i quattro ragazzi con la chitarra ed un pianoforte sulle spalle che ispirarono la prima strofa di “Notte prima degli esami”.

 

La sua storia, costellata di grandi successi, ha però un lato oscuro che in pochi conoscono e di cui lui stesso fa fatica a parlare.

Leggi qui ->Sabrina Ferilli a C’è posta per te senza filtri: “Sei una st**za”

Leggi qui -> Ballerina d’Amici tanto odiata dalla Celentano: la brutta leucemia

Antonello Venditti, pensieri suicidi e tradimenti: cosa fa oggi?

Antonello Venditti dunque, dietro al suo sorriso ed il suo carattere sempre allegro dimostra di avere un lato oscuro. Il cantautore ha vissuto dei periodi bui nella sua vita che però non ha mai voluto nascondere, anzi spesso è stato lui in prima persona a parlarne.

Mi trovai al castello di Carimate nel 1980 senza una lira e con la voglia sincera di farla finita dopo la fine di una relazione e trovai un angioletto con un cuore grande così che si chiamava Lucio Dalla. Conobbi una Milano fantastica che mi ha dato una mano, sono stato per due anni tra Carimate e la città, a un certo punto parlavo milanese.

Mi ero perfettamente integrato nel vostro mondo quando a un certo punto sulla strada Comasina, che era diventata il mio regno, incontrai Lucio penzoloni su una gip che mi disse: “Ti ho trovato casa a Roma”.

 

Venditti fa riferimento alla fine del suo rapporto con Simona Izzo, la quale fu vittima di un tradimento da parte sua. Non nascose di rimanere stupita del fatto di come lui si sia dimostrato dispiaciuto solo sui giornali o nelle canzoni, non glielo confessò mai si persona.

Oggi entrambi sembrano essersi lasciati tutto alle spalle e Venditti, almeno prima della pandemia, faceva ancora emozionare milioni di persone con i suoi tour. Aspettiamo con ansia il giorno in cui potremo tornare a sentirlo dal vivo, perché il giorno dell’addio alla musica è ancora molto lontano.