Roberto Benigni e la carriera a filo diretto con i lutti: cosa fa ora

Roberto Benigni è uno dei più grandi artisti del panorama italiano, il quale  purtroppo vanta un passato fatto di molto dolore e sofferenza

Roberto Benigni (Instagram)

Roberto Benigni è un famosissimo attore, comico, regista e sceneggiatore. Nella sua carriera, fatta di successi e premi, possiamo ricordarlo anche per i suoi monologhi teatrali. Grazie alla sua comicità, ironica e dissacrante, è riuscito a farsi conoscere anche oltre i confini nazionali.

Benigni è infatti uno degli artisti più apprezzati a livello internazionale. Anche grazie alle sue interpretazioni cinematografiche veniamo a conoscenza del suo carattere gioioso e leggermente sopra le righe.

Tra i tanti, tantissimi premi vinti nel corso della sua esperienza nel mondo dello spettacolo figura anche un Oscar per la sua interpretazione nel film “La vita è bella”, pellicola che racconta in un modo diverso il periodo dell’olocausto.

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Roberto Benigni (@roberto.benigni.fanpage)

Per questo film, da lui stesso diretto, vincerà anche un secondo Oscar come miglior film straniero. Si impegnò come lettore, interprete a memoria e commentatore della Divina commedia di Dante, grazie alla quale addirittura si ipotizzò una sua candidatura al premio Nobel per la letteratura. Possiamo definirlo dunque, senza ombra di dubbio, uno dei più gradi attori dei nostri tempi, con un passato molto particolare.

Leggi anche -> Laura Pausini e il periodo distruttivo: “Non dormo da due anni”

Guarda anche  -> Elisa Isoardi tra malinconia e tristezza per i ricordi: la foto è da lacrime – FOTO

Roberto Benigni ed il particolare rapporto con la morte

Benigni ha un rapporto molto particolare con la morte. Sono molti infatti i grandi artisti con i quali collaborò che passarono a miglior vita. Tra questi possiamo ricordare Massimo Troisi, Paolo Villaggio e Federico Fellini.

Il 2004 probabilmente però fu uno degli anni più difficili della sua vita, poiché la morte è venuta a fargli visita per ben due volte. In quell’anno infatti perse sia sua madre che suo padre. Entrambi di umili origini, contadini che non perdevano mai la forza e la voglia di lavorare, si spensero all’età di 75 anni.

Nonostante abbia vissuto in prima persona dei momenti così tragici non si è mai arreso, tutt’altro. Nelle sue apparizioni pubbliche non ci fu una volta in cui non si è visto sorridente, ma soprattutto non ha mai smesso di far ridere anche noi.

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Roberto Benigni (@roberto.benigni.fanpage)

Ha dimostrato così di avere oltre che grandi doti artistiche anche un grande carattere, e probabilmente fu anche questo che gli diede la forza e la determinazione per diventare il grande attore che è oggi. La sua ultima esperienza nel mondo dello spettacolo fu nel 2019. In quell’anno tornò a recitare ne film di Pinocchio, questa volta nei panni di Geppetto.

Come per gli anni passati con buona probabilità lo vedremo a Sanremo come ospite di una o più giornate.