Nicola Savino, il dramma vissuto da bambino: “Per sbaglio mi tagliarono un dito”

Nicola Savino ha subito un trauma da bambino difficile da superare. Vediamo cosa gli è successo e quante persone vivono la sua situazione.

Sfortunatamente, l’errore umano esiste in ogni campo e, a volte, è irriparabile e irrimediabile. Proprio come è successo a Nicola Savino che, da bambino, ha perso un dito, per il fatto che qualcuno glie l’ha tagliato per sbaglio. Questo problema ha creato un trauma nella sua crescita professionale, ma è stato superato tramite alcuni escamotage.

Lui è un artista a tutto tondo, varia dal doppiaggio, all’imitazione di alcune voci, al lavoro come speaker in radio, fino alla recitazione in alcuni film, per arrivare alla conduzione di alcuni programmi in tv.

Oggi è molto famoso, soprattutto per il fatto che conduce il programma ‘Le iene’, ma la sua crescita professionale e il suo maggior successo è arrivato dalla radio. A Radio dj, al fianco del famoso speaker Linus, ha ottenuto la maggior celebrità, ma è noto ai più anche come produttore discografico.

 

La coppia Suma-Savino
Emanuela Suma e Nicola Savino mentre attendono l’uscita del film ‘Odio l’estate’ (GettyImages)

 

 

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Federica Panìcucci senza freni, parte la bordata: Sono stati degli infami!

LEGGI QUI: Manuela Suma:ecco chi è e cosa fa la moglie di Nicola Savino

APPROFONDISCI ANCHE: Linus, che frecciata a Celentano: Lavorare con lui è inutile, fa quello che vuole

L’errore in ospedale che ha portato al taglio del dito di Nicola Savino

Un medico in corsia
Un medico mentre cammina in una corsia di ospedale (WebSource)

“Mi imbarazzavo inizialmente ad apparire in tv, ma usavo una protesi che mi ha aiutato ad affrontare la situazione”, ha detto il famoso artista. Nicola Savino ha parlato di quando era bambino durante un’intervista, evidenziando il problema che gli ha segnato la vita.

“Ero andato in ospedale perché ero diminuito di peso”, ha proseguito il presentatore alla guida del programma ‘Le iene’ (in onda a breve con 10 volti femminili, che si avvicenderanno al suo fianco).

“L’infermiera doveva tagliare la garza per togliere la flebo, ma ha anche tagliato il mio dito”, ha affermato lo speaker radiofonico. Quello degli errori in ospedale è un problema atavico in tutto il mondo. Gli ultimi dati trovati, aggiornati al 2018, parlano di una percentuale ancora molto alta di errori nelle corsie di ospedali. Come si afferma nel sito del dottor Alessandro Livi, i medici hanno affermato di commettere o vedere gli errori 1-6 volte l’anno (il 33% delle volte).