Paolo Bonolis e il rischio di morire: non ho paura

Il popolarissimo showman televisivo ha parlato del rischio della morte, confessando di non avere alcuna paura a riguardo

Paolo Bonolis (Instagram)

Sempre spumeggiante alla guida delle sue trasmissioni, Bonolis ha festeggiato il sessantesimo compleanno soltanto qualche giorno fa.

Oltre a quelli della famiglia, il conduttore ha ricevuto gli auguri da parte di tanti suoi colleghi, la maggior parte dei quali arrivati via social. Proprio su Instagram, la moglie ha pubblicato alcuni scatti dell’evento, mentre Paolo ha caricato una foto in cui è ritratto con la torta in mano.

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Paolo Bonolis (@sonopaolobonolis)

Recentemente lo showman romano ha parlato proprio della consorte, dispensando per lei soltanto delle belle parole. Uno degli elogi che le è stato rivolto dal presentatore, è quello di aver trattato i suoi primi due figli, Stefano e Martina, proprio come se fossero i suoi, nonostante siano nati da una precedente relazione sentimentale di Bonolis.

Leggi qui -> Sonia Bruganelli sul personaggio del momento: le parole inaspettate

Leggi qui -> Avete visto dove vive Paolo Bonolis? La villa si trova nel cuore di Roma ed ha un lusso pazzesco

Leggi qui -> Paolo Bonolis e l’addio a Mediaset: è la moglie a svelare il suo futuro

La confessione di Paolo Bonolis

In tempi non sospetti, il timoniere di “Avanti un altro” si è provato a difendere da alcune affermazioni da parte di Pippo Baudo, il quale lo ha accusato di essere ripetitivo con i suoi programmi e che piuttosto dovrebbe inventare qualcosa di nuovo.

Ancor più recentemente invece, è intervenuto in sostegno di Bonolis anche un’altra colonna della tv italiana. Facciamo riferimento a Maurizio Costanzo che, attraverso la sua rubrica sul settimanale “Nuovo”, ha commentato la domanda di un lettore relativa alla vicenda, definendo Pippo “poco diplomatico”.

Nonostante le polemiche comunque, Paolo si dimostra sempre allegro ed ottimista, non temendo il giudizio del prossimo nei suoi confronti. La sua carriera infatti, basta ed avanza per renderlo un uomo realizzato, così come ha affermato lui stesso in un passaggio della sua autobiografia, intitolata “Perché parlavo da solo”.

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Paolo Bonolis (@sonopaolobonolis)

“Si, sarà anche per questo che non ho paura di morire. Perché quello che ho vissuto è stato più che soddisfacente. Ho vissuto il bene e il male, la gioia e il dolore”, le parole del conduttore sul libro da lui scritto, nelle quali leggiamo tutta la soddisfazione e la felicità per ciò che ha ricevuto dalla vita, come ad esempio il successo nel lavoro e la presenza di una splendida famiglia.