Cashback, chi vince a pari merito nelle prime posizioni? Ecco la verità

A parità di merito, chi vince il rimborso del Super Cashback? Ecco la regola da sapere.

Transazione elettronica per concorrere al Cashback (web source)

Il Cashback è il sistema di rimborso che gli italiani hanno la possibilità di ricevere se superano le cinquanta transazioni elettroniche effettuate nell’arco dei primi sei mesi dell’anno 2021. Fu introdotto dal Governo di Giuseppe Conte, ma è tuttora ancora in vigore e il nuovo Premier non ha intenzione di eliminarlo. Inoltre, c’è la possibilità di vincere anche il Super Cashback, un premio extra di ben 1500 euro per i primi 100000 classificati a livello nazionale.

Tuttavia, per cercare di accaparrarsi prima possibile entrambi i bonus e scalare la classifica, non mancano i furbetti che attuano più transazioni presso il medesimo punto commerciale scaglionando la spesa in piccole parti.

Chi vince tra classificati a pari merito il Super Cashback?

supercashback (web source) (2)
Super Cashback (web source)

Può capitare che nella classifica dei vincitori del Super Cashback ci siano persone che a pari merito sono incluse nella classifica perché hanno effettuato lo stesso numero di transazioni. Si tratta solitamente delle posizioni più basse della classifica.

Ad ogni modo, esiste un metodo per capire chi ha diritto al premio e chi no a parità di transazioni effettuate. Il sistema prende in considerazione semplicemente chi ha effettuato il pagamento prima.

C’è da aggiungere che i conteggi ad oggi vanno molto a rilento e per questa ragione molti dubitano del sistema e temono di non essere inclusi nella lista finale.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —> I furbetti del Cashback colpiscono ancora: l’enorme truffa

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —> Caos Cashback, pagamenti non aggiornati – Ecco cosa sta succedendo

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —> Cashback: ecco la sorpresa per il premio di 1500 euro – Nessuno l’avrebbe immaginato

Lotta ai furbetti: come sta procedendo?

supercashback (web source) (1)
Super Cashback (web source)

Nelle scorse settimane si è parlato molto dei furbetti del Cashback e delle misure da attuare per cercare di arginare il loro operato. Ma, ancora nulla è stato messo ufficialmente in campo. Il Premier Mario Draghi non ha disposto nessuna modifica ufficiale, per cui al momento chi vuole aggirare il sistema può agire ancora indisturbato.

La mancanza di regole rigide fa storcere il naso ai milioni di italiani che, invece, operano in tutta trasparenza. Eppure recentemente anche il Ministero dell’Economia e della Finanza si era espresso favorevole all’adozione di norme per arginare eventuali azioni illecite aggiungendo che si trattasse sicuramente di una minoranza della popolazione. La maggior parte dei cittadini, quindi, può stare tranquilla perché avrà sicuramente ciò che le spetta.