Serena Grandi dopo il tumore torna da Barbara D’Urso: la strana uscita sul carcere

Durante la puntata di “Live – Non è la D’Urso”, una delle ospiti presenti in studio è stata l’attrice Serena Grandi

Serena Grandi (Instagram)

Ancora una volta, è andato in scena l’ennesimo dibattito nel programma di Canale 5 condotto da Barbara D’Urso.

Di certo questa non è una novità, in quanto siamo abituati a sentirne di tutti i colori. È proprio questa la caratteristica della trasmissione, tanto amata dai telespettatori, i quali non vedono l’ora di assistere talvolta a nuove polemiche.

Nelle ultime ore si è discusso molto di Fabrizio Corona, il quale è stato richiamato in carcere, dove dovrebbe restare fino al 2024. Il tribunale di sorveglianza infatti, ha revocato i domiciliari per l’imprenditore, imponendogli di scontare la pena rimanente dietro le sbarre.

Questo è stato uno dei temi trattati nella puntata dello show di Barbara, con la presenza di alcuni ospiti in studio, pronti a dire la propria opinione sull’argomento in questione.

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Fabrizio Corona (@fabriziocoronareal)

Tra questi c’è anche la nota attrice italiana Serena Grandi, la quale lei stessa ha avuto una serie di problemi con la legge.

Leggi qui -> Valeria Marini, occasione della vita: stavolta può dimostrare chi è

Leggi qui -> Giusy Versace: dal grave incidente all’atletica leggera | Ecco chi è

Serena Grandi a Live – Non è la D’Urso

Dopo il filmato mandato in onda riguardante gli ultimi accadimenti sulla vicenda Corona, la D’Urso ha interpellato Serena, in quanto come detto in precedenza, sta passando dei guai legali.

Innanzitutto l’attrice ha specificato fin da subito di non essere stata in carcere, bensì ai domiciliari, per circa sei mesi. Attualmente invece è accusata di aver fatto sparire i libri contabili del suo ristorante, però la Grandi ha scaricato la colpa al suo commercialista.

Anche in passato quest’ultima era stata presente nel programma targato Mediaset e aveva risposto alle accuse dei vari opinionisti. Alcuni di essi hanno definito Serena ingenua, poiché secondo loro doveva prestare più attenzione nei confronti di un caso così serio.

Lei dal suo canto, si è difesa affermando di aver dovuto affrontare un tumore, pertanto non ha potuto seguire da vicino la faccenda.

Soltanto quest’anno, l’artista ha recitato in un film intitolato “Lei mi parla ancora”, diretto dal regista Pupi Avati, in cui ha interpretato il personaggio di “Clementina”.

 

Tuttavia, dopo la condanna a due anni e due mesi di reclusione, probabilmente dovrà concentrarsi sul processo, mettendo da parte la carriera per un periodo. Infatti, sembra proprio che la Grandi ricorrerà in appello, per tentare di dimostrare la sua assoluta buona fede all’interno della vicenda giudiziaria.