Carlo Verdone: Non camminavo più per l’atroce dolore | Oggi come sta

Carlo Verdone ha dovuto fare i conti con un atroce dolore che lo ha portato a doversi operare, andiamo a scoprire oggi come sta

C. Verdone (getty images)

Carlo Verdone nacque a Roma il 17 novembre del 1950. Si fa conoscere al pubblico non solo come attore, ma anche come regista e comico. Carlo sin da giovane è un uomo si spiritoso ma soprattutto di cultura.

Conseguito il diploma decise di continuare gli studi all’università della Sapienza di Roma, dove si laureò in lettere moderne con un bel 110 e lode, con una tesi chiamata “Letteratura e cinema muto italiano”.

Mosse i primi passi nel mondo dello spettacolo con vari spettacolo di cabaret. I suoi spettacoli avvengono tutti in teatro, dove propose personaggi fortemente caratterizzati che fanno molta presa sul pubblico. Viene così notato dal regista Enzo Trapani che lo fa debuttare nel piccolo schermo.

Ad un artista come lui però questo risultato gli va stretto, infatti fu proprio Sergio Leone a rimanerne affascinato, tanto da farlo finalmente debuttare sul grande schermo con “Un sacco bello”, dove vanta anche la regia.

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Carlo Verdone Official (@carloverdone)

Da li in poi parteciperà a moltissimi film, che lo faranno diventare un’icona della musica e della romanità. Purtroppo non si è parlato di lui solo per la sua bravura davanti le telecamere, ma anche per un grave problema medico che gli costò l’operazione.

Leggi anche —> Fabrizio Corona e la foto di famiglia: gli haters non lo perdonano

Leggi anche  —> Bianca Guaccero, regalo dalla regina della musica: “Non ci potevo credere”

Carlo Verdone, dall’atroce dolore all’operazione: come sta oggi

Il dolore di Carlo Verdone ha origine molto tempo fa. Quello che è capitato al famoso comico ed attore è un qualcosa di molto particolare, che se non curato può portare gravi conseguenze e brutti dolori.

Nello specifico soffrì di una perdita della cartilagine, che piano piano ha cominciato a venir meno. Fu costretto ad operarsi contemporaneamente ad entrambe le gambe per cercare di ricostruirle.

Fortunatamente l’operazione andò bene e già dopo qualche giorno l’attore, sebbene non potè ancora camminare, poteva stare in piedi e fare qualche passo. Questo spianò la strada alla guarigione e ad un recupero che seppur lungo gli permise di lasciarsi questo dolore alle spalle.

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Carlo Verdone Official (@carloverdone)

Nonostante questa brutta disavventura Carlo ha deciso di continuare l’attività davanti le telecamere. Il suo ultimo film “Si vive una volta sola” sarebbe dovuto uscire nel 2020, ma a causa della pandemia e la chiusura dei cinema ha visto slittare il suo esordio.

Non è l’unico lavoro a cui ha preso parte. Sempre nel 2020 è stato girato un documentario che lo vede come protagonista dal titolo “Siamo tutti Alberto Sordi?”. Insomma Verdone non si arrende, niente e nessuno può impedirgli di fare ciò che ama, ed ovviamente noi non possiamo che esserne felici.