Walter Zenga, la rivelazione tragica sul passato: “Se ne sono andati…”

Walter Zenga fa una rivelazione sul suo passato che lascia tutti senza parole: ecco cosa è successo, i dettagli della vicenda

Walter Zenga, classe 1960, nasce a Milano, ed è un ex calciatore italiano di ruolo portiere, ed un allenatore, riconosciuto come uno dei portieri migliori di tutti i tempi, il suo nome è legato alla squadra dell’Inter con cui ha disputato 473 incontri, vincendo uno scudetto, una Supercoppa italiana e due Coppe UEFA. Durante i mondiali del 1990 ha mantenuto la porta inviolata per ben  517 minuti consecutivi, un record assoluto di competizione. Nel 1988 e nel 1990 si è classificato rispettivamente 17º e 12º nella corsa al Pallone d’oro.

 

Walter si aggiusta il colletto
Curiosità (foto web)

Zenga è stato definito da molti come uno dei portieri dal grande temperamento, eleganza tra i pali, dotato dal carattere acceso doti che gli valsero il soprannome di Deltapiano coniato da Gianni Brera. Le sue caratteristiche non si sposavano molto con la modernità, egli riuscì ugualmente ad adeguarsi alle innovazioni introdotte nella stagione 1992-1993, che richiesero ai portieri una maggiore partecipazione alla manovra.

Beppe Di Corrado nel 2007 diceva di Walter Zenga: “A Zenga piaceva stare in porta e aspettare l’avversario. […] Amava il volo: plastico, morbido, a effetto. Era il contrario di Dasaev che si giocava ogni volta con lui il premio di migliore del mondo”.

Egli inizia a giocare all’età di nove anni nella Macallesi 1927 di Milano con un cartellino riportante l’anno di nascita falsificato (1959) per poter giocare nei campionati agonistici e, all’età di undici anni viene inserito da Italo Galbiati tra i pulcini dell’Inter fino all’età di diciotto anni quando è stato ceduto alla Salernitana in Serie C1, squadra presso la quale ha poca fortuna anche a causa di un errore contro il Campobasso.

Zenga è legato sentimentalmente a Raluca Rebedea, che di mestiere fa la travel blogger ed è 21 anni più giovane dell’ex portiere. La storia tra i due è iniziata nel 2003,  e sei anni dopo è nata la loro prima figlia Samira e nel 2012 Walter Jr.

Ha fatto una rivelazione importante sui suoi figli durante la trasmissione di Barbara D’Urso.

LEGGI QUI>Andrea Damante e la frecciata al compagno di Giulia De Lellis: “Evidentemente non era mio amico”

LEGGI QUI>Alberto Angela ‘bocciato’ da papà Piero: “Non è lui il mio erede”

Walter Zenga e la rivelazione a Barbara D’Urso

Walter mano al naso
Una rivelazione (foto web)

Walter ha rivelato degli aspetti molto personali durante la trasmissione Live- Non è la D’Urso, programma condotto dalla bella Barbarella, dove l’ex portiere ha confessato di aver avuto un rapporto complicato tra il figlio e il padre, problematico che interessa sia Niccolò e Andrea.

Proprio suo figlio durante la permanenza nella casa del Grande Fratello lo ha pesantemente criticato affermando di essere stato un padre totalmente assente ma durante la trasmissione di Barbara D’Urso ha affermato: Quando ero piccolo mio padre e mia madre se ne sono andati. Prima che morisse mio padre erano 8 anni che non parlavamo. Queste cose non le sa nessuno. I figli si portano sempre nel cuore, si può sbagliare, ma io non attaccherò mai i miei figli sui social. E’ vero ho bloccato Nicolò ma perché ha scritto un libro parlando di me”.