Alessandro Preziosi, la malattia che l’ha colto di sorpresa: “Ignoravo perfino l’esistenza”

L’attore Alessandro Preziosi ha raccontato la malattia che lo ha colto di sorpresa: ecco di cosa si tratta, i dettagli e le curiosità

Alessandro Preziosi, classe 1973 è un attore italiano noto per la sua bellezza e per il suo talento estremo tanto da farsi conoscere e apprezzare dal pubblico per la sua performance nella famosa serie di Cinzia TH Torrini Elisa di Rivombrosa dopo aver lavorato per la soap opera Vivere. Egli, originario di Napoli, si diploma presso il Liceo classico Umberto I, laureandosi nel 1998  in Giurisprudenza, con il massimo dei voti, presso l’Università degli Studi di Napoli Federico II.

 

Ale bianco e nero
Curiosità (foto web)

Dopo essersi laureato, lavora come assistente di diritto tributario presso l’Università degli Studi di Salerno. All’età di ventitré anni partecipa ad un programma condotto da Paolo Bonolis, Beato tra le donne, vincendo la puntata al quale partecipò e arrivando ad un passo dalla vittoria del titolo di “Beatissimo” nella puntata finale, perdendo però all’ultima votazione contro Raffaello Zanieri.

Successivamente frequenta  l’Accademia dei Filodrammatici di Milano, segnalandosi all’attenzione del regista Antonio Calenda che gli affida il ruolo di Laerte nell’Amleto. Lavoro, successivamente, nella soap opera Vivere e nella miniserie tv Una donna per amico 2 di Rossella Izzo continuando però a cimentarsi a teatro  insieme all’amico Tommaso Mattei, con il quale inizierà un sodalizio di produzione artistica dando vita alla società Khora Teatro.

La fiction che gli ha dato notorietà è stata  Elisa di Rivombrosa per il quale, l’attore o vince il Telegatto come personaggio maschile dell’anno nel ruolo del conte Fabrizio Ristori. Sul set ha conosciuto Vittoria Puccini, diventata successivamente sua compagna e hanno una figlia, Elena, ma la storia termina nel 2011. Oggi l’attore è legato a Costanza, una donna lontana al mondo dello spettacolo.

L’attore ha deciso di raccontare la malattia che lo ha devastato cambiando completamente la vita.

LEGGI QUI>Asia Argento, l’abbandono di papà Dario: “Non ti aiuto più”

LEGGI QUI>Roberta Capua e quel retroscena che ha sorpreso tutti: “Ho pianto per anni”

La malattia di Alessandro Preziosi

Ale primo piano
Il dramma (foto web)

Alessandro Preziosi durante un’intervista ha deciso di confessare il suo problema di salute scoperto mentre girava la serie Elisa di Rivombrosa, un periodo difficile che ha deciso di raccontare ai microfoni di Ok salute.

Egli infatti ha rivelato: “È successo nel 2002, giusto durante le prime riprese di “Elisa di Rivombrosa la serie televisiva di Canale 5 che mi avrebbe fatto conoscere al grande pubblico e grazie alla quale mi sono innamorato di Vittoria Puccini. Di colpo ho cominciato a sentirmi debole, ad avere febbre e mal di testa. Sembravano i sintomi dell’influenza. Soltanto che il mercurio del termometro non scendeva mai… Fra l’altro, ero costretto a girare sul set, in piena estate, con costumi d’epoca pesanti. Faceva caldo e io sudavo freddo. Una fatica enorme. Sospendere le riprese? Non ci pensavo nemmeno: non volevo assolutamente cedere alla debolezza”.

Ha continuato rivelando la diagnosi: “Brucellosi, una malattia di cui ignoravo perfino l’esistenza. Ho appreso che derivava da un’infezione alimentare. Forse avevo mangiato del cibo contaminato dal batterio che provoca quella malattia, credo qualche bella mozzarella fresca. E poi, certo, il disturbo mi ha messo ko in un momento di forte stress, quando le difese immunitarie erano abbassate”-

Ha aggiunto: “Mi hanno curato con antibiotici specifici, sotto costante controllo medico. C’è voluto un mese perché i batteri scomparissero e la mia brucellosi passasse. Che cosa vi devo dire? È stata proprio una gran bella paura. A guarigione completa, però, ho considerato questa malattia quasi come una fortuna, o al meno come un segnale del destino, che mi ha portato a riflettere sui ritmi forsennati. Ho capito che non si può macinare lavoro su lavoro solo per restare sulla cresta dell’onda”.