Nek, il dramma che poteva costargli la vita: “Ho rischiato di morire…”

Il cantante Nek ha raccontato del dramma che ha vissuto che poteva rischiare la vita: ecco cosa è successo, i dettagli della vicenda

Nek, pseudonimo di Filippo Neviani, classe 1972, è un noto cantautore e polistrumentista italiano e secondo alcun dati egli ha venduto oltre 10 milioni di dischi in tutto il mondo. L’esordio avvenne nel 1986 quando, insieme a Gianluca Vaccari, formò il duo country Winchester e, successivamente divenne cantante e bassista del gruppo White Lady nel quale compose i suoi primissimi brani. Nel 1991, decise di abbandonare il gruppo per dedicarsi alla sua carriera da solista partecipando al Festival di Castrocaro presentando il brano Io ti vorrei e arrivando fino alla sera finale, venendo battuto da Bracco Di Graci.

 

Nek serio
Curiosità (foto web)

Egli ha sempre avuto fan appartenenti alla categoria femminile e ha svelato che una volta una ragazza si è presentata senza veli nella sua stanza d’albergo dichiarando: “i si buttò addosso, piangendo. Cercai di tranquillizzarla, la coprii con un accappatoio, la invitai a entrare e sedersi, offrendole da bere. Poi ho chiamato il mio assistente e insieme l’abbiamo accompagnata fuori”.

Ne, dopo la partecipazione al Festival di Sanremo nel 1994, ha firmato un nuovo contratto discografico, stavolta con la Warner Music Italy e i successi furono presentati al Festivalbar partendo, successivamente in tournée  Lei, gli amici e tutto – Il tour, dal quale fu successivamente pubblicato l’home video Nek Live: lei gli amici e tutto… il tour, contenente il concerto tenuto al teatro Smeraldo l’8 maggio 1997.

Egli è legato dal 2006 a Patrizia Vacondio e ha una figlia dal nome Beatrice a cui ha dedicato oltre 54 canzoni dal suo vasto repertorio musical. L’incontro con sua moglie è stato un vero e proprio colpo di fulmine, anche se la coppia ha dovuto affrontare tantissimi ostacoli come alcuni tradimenti, brillantemente superati. In un’intervista egli ha dichiarato: “Ammettendo lo sbaglio. Chiedendo scusa. Guardandoci negli occhi, trovando lì la conferma del sapere che siamo fatti l’uno per l’altra”. 

Il cantautore ha rivelato il dramma che ha vissuto riguardante il brutto incidente alla mano a cui è rimasto vittima nello scorso Novembre.

LEGGI QUI>Fabio De Luigi, la confessione che nessuno si aspettava: “In stato confusionale…”

LEGGI QUI>Guenda Goria, la madre Maria Teresa Ruta prende le distanze: “Mi sono tirata indietro…”

L’incidente di Nek

Nek mano sul collo
Il dramma (Copyright Giovanni De Sandre)

Il cantautore lo scorso Novembre è rimasto vittima d un brutto incidente domestico nella casa di campagna alla sua mano.

Egli ha dichiarato di aver rischiato di morire: “Mi sono tagliato la mano con una sega circolare in un momento di distrazione. Tutte le dita sono rimaste danneggiate ma, in particolare, l’anulare è quasi saltato via e il dito medio per metà, dopo oltre undici ore d’intervento sono riusciti a salvarmi la mano”. 

Oggi Nek sta affrontando un lungo percorso di riabilitazione e ha affermato: “Mi sento come un bambino, perché riprendo un po’ di mobilità della mano ogni giorno. Ho ancora dei momenti di sconforto, soprattutto alla mattina, perché rimettere in moto la mano è molto fastidioso e poi, per me che non ho pazienza, è una prova ancora più dura“.

Si sente davvero fortunato per aver avuto al suo fianco la sua famiglia poiché, ha rivelato che senza di loro sarebbe facilmente caduto in depressione confessando: “Questo incidente mi ha insegnato a valorizzare ogni singolo giorno come se fosse il primo”.