Pippo Baudo, il cancro che l’ha colpito: “Ho scoperto di…”

Pippo Baudo confessa un momento difficile della sua vita in cui ha dovuto affrontare un male terribile. Ecco ciò che ha raccontato.

Pippo Baudo non ha di certo bisogno di presentazioni. Storico conduttore televisivo, ha alle spalle una carriera immensa in cui ha raccolto successi su successi. Solo per citarne uno, il Festival di Sanremo sotto la sua direzione artistica ha sempre avuto un ottimo riscontro da parte del pubblico.

Pippo Baudo
Pippo Baudo al Giffoni Film Festival – Getty Images

Per quel che riguarda la sua vita privata, il conduttore è stata sposata per molti anni con Katia Ricciarelli. Ha due figli: Tiziana e Alessandro. La prima è frutto dell’amore con la prima moglie, Angela Lippi, il secondo è figlio di una relazione segreta con Mirella Adinolfi.

Pippo Baudo ha raccontato di recente un particolare della sua vita che lo ha segnato particolarmente. Ecco di cosa si tratta.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —> C’è un erede di Pippo Baudo e Carlo Conti in Rai, ma Costanzo interviene: “Non esageriamo”

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —> Bellissima fin da bambina, anche lei da grande ha affiancato Pippo Baudo: ecco chi è

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —> Pippo Baudo e l’aneddoto di Sanremo che svela cosa fa oltre la tv: il suo lavoro è impensabile

Pippo Baudo confessa di aver avuto un tumore da piccolo: ecco cosa ha rivelato

Baudo
Pippo Baudo – Getty Images

Pippo Baudo ha ammesso nel corso di una intervista di aver vissuto un periodo molto duro da piccolo. Infatti, quando conduceva la prima edizione di Canzonissima, durante gli anni Settanta, il conduttore scopre di essere malato di tumore alla tiroide.

In quel momento storico ci fu anche l’esplosione di Chernobyl che provocò molti danni ambientali. In tutto questo trambusto si scoprì che il sodio radioattivo facesse ingrassare i bimbi privi di tiroide. Proprio questa scoperta fu provvidenziale per la vita di Pippo Baudo che partecipò ad uno studio sperimentale che si rivelò idoneo per salvargli la vita.

“Un professore andò a Chernobyl e visitò questi bambini. Fece un ragionamento semplice: se io do agli ammalati di tiroide lo iodio radioattivo, questi ammalati guariranno. Mi portarono a Pisa, dove c’erano tanti ricoverati come me e mi chiesero se volessi fare un’esperimento con loro. Accettai.”

Dopo aver accettato di seguire la terapia, Pippo Baudo scoprì di aver ridotto il brutto male che lo stava affliggendo fino a scomparire del tutto. Ed è grazie a questa terapia che il conduttore è potuto tornare alla sua vita.