Marino Bartoletti e la lotta al tumore: “Forse ce l’ho ancora…”

Il giornalista nato a Forlì ha dovuto affrontare una dura lotta contro il tumore. Andiamo a vedere insieme le sue parole

 

Marino Bartoletti (Instagram)

Bartoletti è uno dei giornalisti sportivi più preparati e competenti in materia. Il suo curriculum parla da solo, ha lavorato per svariate testate già a partire dalla fine degli anni sessanta, per poi dedicarsi anche alla radio e alla tv.

Tra i programmi da lui condotti ricordiamo “Il Processo del lunedì” e “La domenica sportiva”, entrambi in onda sui canali Rai. In un secondo momento della sua carriera ha lavorato anche per la Mediaset, dove ha addirittura fondato la redazione sportiva, fino a guidare la prima edizione in assoluto di “Pressing”, prima di tornare nuovamente nella tv di Stato.

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Marino Bartoletti (@marinobartoletti)

Marino è stato, tra le altre cose, anche tra gli ideatori di “Quelli che il calcio”, oltre ad aver ricoperto il prestigioso ruolo di direttore scientifico della sezione dedicata allo sport dell’enciclopedia Treccani.

Leggi qui -> Barbara D’Urso e l’accusa di tradimento: arriva la sua difesa

Leggi qui -> Francesca Fialdini e la risposta sull’amore: “Menzogna 9 su 10”

La lotta di Marino Bartoletti contro il cancro

Negli ultimi anni Bartoletti ha affrontato una serie di eventi drammatici, a partire dalla morte di sua moglie. Carla Brunelli, il nome della compianta consorte, è venuta a mancare nel 2016, dopo oltre quattro decenni di matrimonio, a causa di un tragico e fatale incidente domestico. Dal loro amore sono nate due figlie, Cristina e Caterina.

Appena un paio di mesi fa invece, Marino è stato ospite di Serena Bortone, durante le riprese del programma da lei guidato “Oggi è un altro giorno”. È proprio in questa circostanza che ha parlato del cancro di cui è stato vittima.

“Ho avuto un tumore e forse ce l’ho ancora” ha esordito il giornalista, tra lo stupore e l’incredulità della padrona di casa. “Puoi immaginare con che pudore io possa manifestare questo tipo di cose. È giusto che si sappia perché siamo personaggi pubblici”, le parole rivolte alla conduttrice televisiva.

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Marino Bartoletti (@marinobartoletti)

In un secondo momento dell’intervista, Bartoletti ha descritto con esattezza il percorso che ha dovuto affrontare: “Ho avuto 6 mesi di terapie e due di radioterapia”, ha affermato Marino, il quale ha poi concluso spiegando il modo in cui ha combattuto il brutto male: “Ho voluto mettere in pratica quello che lo sport mi ha insegnato, a combattere fino al novantesimo”, la chiosa del giornalista che ha usato un paragone calcistico per dare idea del suo spirito guerriero che lo ha portato a non arrendersi nemmeno di fronte ad un problema tanto grave.