Beppe Signori: da Scommettopoli alla brutta embolia, ecco come sta oggi

Beppe Signori da Scommettopoli alla brutta embolia: ecco come sta oggi, i dettagli e le curiosità della vicenda

Beppe Signori in giacca
Curiosità (foto web)

Giuseppe Signori, detto Beppe, nasce ad Alzano Lombardo nel 1968, ed è un ex calciatore italiano ruolo attaccante, vicecampione del mondo con la nazionale italiana nel 1994. Egli è il nono marcatore nella storia della Serie A avendo segnato 188 gol vantando tre titoli di capocannoniere, risulta al terzo posto tra i migliori marcatori nella storia della Lazio con ben 127 reti.

All’età di dodici anni entra nel settore giovanile dell’Inter progredendo rapidamente le categorie e restandoci fino al 1984. Nella stagione 1989-1990 passa a Foggia allenato da Zdeněk Zeman, tecnico che si rivelerà fondamentale per la sua carriera. In quegli anni nacque il trio Baiano-Rambaudi-Signori, il cosiddetto “tridente delle meraviglie”. 

Esordisce in nazionale, all’età di ventiquattro anni, nella partita Italia-Portogallo (0-0) valevole per la prima edizione della U.S. Cup. Viene convocato nella nazionale nel 1994, nella partita contro l’Irlanda, insieme a Roberto Baggio e, successivamente come centrocampista.

Nel 2011 venne accusato di aver truccato il risultato della partita Piacenza-Padova, viene  inizialmente posto agli arresti domiciliari successivamente revocati due settimane dopo. Egli non truccò la partita ed è stato assolto perché “il fatto non sussiste” tanto che lo stesso ha dichiarato: “Vittoria nettissima senza se e senza ma! Assolto con formula piena perché il fatto non sussiste, art. 530 co. 1 C. P. (Non per insufficienza di prove)!” -aggiungendo-: “Dopo 10 anni è finita, anche se io e il mio avvocato non avevamo mai avuto dubbi sulla mia innocenza che per tre volte ha vinto la classifica dei marcatori della serie A. Io ho fatto tutto questo per essere riabilitato a livello sportivo. E’ una prima vittoria, spero che ne arrivino altre”.

Signori veniva accusato dalla procura di essere l’organizzatore dell’associazione finalizzata alla frode sportiva. Egli ha avuto un serio problema di salute, una grave embolia polmonare.

LEGGI QUI>Ivana Spagna e la casa sulle rive del Lago di Como: ecco dove vive la cantante

LEGGI QUI>Paola Turci e il terribile schianto: 12 interventi per salvarle la vita

Il grave problema di salute di Beppe Signori

Beppe mani in alto
Un grave problema di salute (foto web)

Beppe Signori ha avuto un grave problema di salute ed è stato ricoverato al Policlinico Sant’Orsola-Malpighi Bologna per un embolia polmonare.

L’ex giocatore ha raccontato questa brutta esperienza: “Adesso va molto meglio. Mi ritengo fortunato per come è andata e perché mi sono trovato al Sant’Orsola, dove tutti sono stati eccezionali, mostrando grande professionalità. Mi sentivo la tachicardia e poi ero affaticato, non stavo bene: da sportivo ho capito che c’era qualcosa che non andava, soprattutto perché non ho mai avuto problemi. Così mi sono rivolto al professor Lima, che è un mio amico”- aggiungendo-: “Il professor Lima mi ha fatto fare i primi esami, ha capito che non c’era tempo da perdere e, a sua volta, mi ha indirizzato al professor Nava. Negli ambulatori della Pneumologia si è compreso che avevo un’embolia polmonare, il cuore faceva 160 battiti al minuto, quando uno sportivo è attorno ai 50. Insomma, ero a rischio di infarto”. 

Il peggio è passato per Signori ma adesso l’ex calciatore dovrà fare controlli ed esami.