Giorgio Panariello, la scoperta della malattia: “una cosa piuttosto seria”

L’attore Giorgio Panariello e la scoperta della malattia che gli ha cambiato la vita: ecco di che si tratta, i dettagli della vicenda

Giorgio mano in testa
Curiosità (foto web)

Giorgio Panariello, nasce a Firenze nel 1965 ed è uno dei più bravi showman che ci sono nel mondo dello spettacolo italiano, un grande comico, cabarettista, attore e regista italiano. Nell’anno 2006 è stato il direttore artistico del Festival di Sanremo. Nonostante il suo essere semplice, divertente e simpatico, egli venne abbandonato dalla mamma a pochi giorni dal parto e affidato ai nonni, all’età di dodici anni ha scoperto di aver un fratello anche lui abbandonato pochi giorni dopo il parto.

Prima del successo, egli svolge svariati lavori tra cui il cameriere in diversi locali tra i quali La Capannina di Forte dei Marmi, e crea un primo sodalizio con altri versiliesi che si affacciano nel mondo del cabaret tra cui Franco Ginesi, Rino Rivieri, Adolfo Drago, Mario Bertoncini, Ennio Bongiorni e Umberto Mosti. Con questi forma il gruppo I Lambrettomani, con la quale approda a Firenze e incontra Leonardo Pieraccioni e Carlo Conti.

Il suo cavallo è Renato Zero, così inizia a esibirsi da solo con maggiore frequenza nelle discoteche toscane, fino ad approdare in trasmissioni per il lancio di nuovi talenti, quindi sbarca in un programma Rai nel 1991, Stasera mi butto. nel 1994 con Carlo Conti tornano insieme e formano un duo approdando nel programma Su le mani. Numerosi i programmi di successo, negli anni 2000 uno show tutto suo, Torno Sabato legato alla lotteria Italia, nel quale si propone come show-man in monologhi e duetti canori e comici con tanti personaggi tra cui Renato Zero, Eros Ramazzotti, Vasco Rossi e Andrea Boccelli.

Giorgio è stato legato sentimentalmente alla ballerina Dalila Frassinato e sulla fine del loro amore egli ha dichiarato: “Ci siamo lasciati bene ed è un gran segno per me. Non rinuncio all’idea dell’amore e di avere una famiglia. Forse non farò un figlio come Carlo Conti e Leonardo Pieraccioni, ma l’idea della famiglia bussa sempre di più alla porta dei miei sogni”. Dal 2016 è legato a Claudia Maria Capellini.

Ha rivelato durante una intervista di aver passato un momento buio dovuto ad una malattia che lo ha colpito.

LEGGI QUI>Giancarlo Magalli sul piede di guerra dopo la Volpe colpisce ancora: “Cosa c’entra?”

LEGGI QUI>Da bambina aveva uno sguardo sognatore, da grande conquistò la tv con Giorgio Panariello

La malattia di Giorgio Panariello

Giorgio sorride
Curiosità sulla malattia (foto web)

Durante una lunga intervista, Giorgio ha parlato della sua malattia e della sua scoperta quando era in tournée e ha cominciato ad avvertire dei dolori al collo  e lungo la colonna vertebrale.

Ha rivelato: “Ero in tournée teatrale e ho iniziato a soffrire di dolori lancinanti, dal collo in giù. Stress, ho pensato. E invece era un’infezione alla colonna vertebrale”. 

Inizialmente l’artista non ha dato molto peso alla cosa aggiungendo: “Saranno le tensioni emotive che ho accumulato, lo stress per la preoccupazione di misurarmi con un testo di prosa importante. Si sarà scaricato tutto sulla mia schiena. Mi venne diagnosticata una spondilite, cioè un’infiammazione della colonna vertebrale, una cosa piuttosto seria“.

Giorgio ha dichiarato che i dolori erano molto laceranti tanto da affermare: “Se di notte non riposavo su un letto con le doghe in legno, era una sofferenza. In certi momenti, quando il male era insopportabile e dovevo entrare in scena qualche ora dopo, mi hanno aiutato i farmaci antinfiammatori”.