Una moneta da due euro che vale quanto una macchina: eccola, controllate in tasca

Quanto vale una moneta rara da due euro? Ecco la risposta che lascia a bocca aperta. Controllate nel vostro portafoglio, perché potreste guadagnare molti soldi.

Un euro
Moneta di un euro insieme a quelle di one pound – Getty Images

Collezionare le monete in privato porta gli appassionati a trovarsi pezzi di altre nazioni in casa. In aggiunta, si possono reperire anche monete che sono state in circolazione in un’altra epoca. Questo particolare le rende ancora più affascinanti.

Ci sono, tuttavia, alcune caratteristiche che una moneta deve rispettare. Innanzitutto, deve essere conservata in un ottimo stato, poi, deve essere stata analizzata da alcuni critici per verificare la sua autenticità.

Ad ogni modo, c’è una moneta da due euro che ha acquisito un valore davvero sbalorditivo. Ecco come è fatta e quanto vale ora.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —> Questa moneta da due euro ha un errore, ma vale una fortuna: controllate in tasca

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —> Potresti facilmente avere questa moneta da un euro e venderla per un mucchio di soldi: ecco perché

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —> Una moneta da cento lire che vale quanto un’auto? Esiste, potreste averla anche voi

Ecco come è fatta e quanto vale la moneta da due euro che ad oggi vale molto

Moneta due euro
Moneta da due euro (immagine presa da un rivenditore su eBay)

Questa moneta da due euro sul mercato secondario ne vale molti di più. Ma, scopriamo nel dettaglio perché. Prima di tutto, si tratta di una moneta che è composta da due metalli, come tutte le altre monete dello stesso taglio. All’esterno c’è la lega di rame e nichel, mentre all’interno la lega di nichel e ottone.

In aggiunta, sulla parte del verso presenta l’illustrazione tipica delle monete da due euro. Quindi, avremo il numero 2 inciso sulla sinistra, mentre a destra la cartina geografica dei Paesi europei che aderiscono all’euro. Sulla parte del dritto, al contrario, abbiamo l’illustrazione di Re Alberto II e del suo monogramma. Questo aspetto fa capire che la moneta sia in circolazione in Belgio. Dall’anno di coniazione, ossia il 2003, si può capire che la moneta faccia parte della prima serie. L’illustratore si chiama Jan Alfons Keustermans.

La moneta al momento ha acquisito il valore di ben 3000 euro, ma non si esclude che il suo valore possa aumentare ancora, visto che è in corso l’asta per accaparrarsela. Per questo motivo, chi è interessato all’acquisto, conviene che si affretti a comprarla, prima che veda soffiata l’occasione.