Una moneta da 100 lire che vale quanto un’auto? Esiste, potreste averla anche voi

Quanto vale una moneta da cento lire con errore di conio? La risposta può sorprendervi, perché vale quanto un’automobile. Vediamo nel dettaglio perché, come è fatta e a quanto ammonta il suo valore ad oggi.

Monete
Monete raccolte in un contenitore – Getty Images

Raccogliere monete è un hobby che appassiona molte persone e che, in alcuni casi, porta ad avere tra le mani pezzi più unici che rari. Nella maggior parte dei casi, si tratta di monete che presentano dei difetti nella coniazione, altrimenti noti come errori di conio.

Inoltre, l’asta di alcune monete può durare anni e può accendere delle diatribe tra i collezionisti. Insomma, proprio come qualsiasi altra passione, possono nascere divergenze tra le persone interessate che vogliono avere lo stesso esemplare. Ad ogni modo, sarà sempre una persona che avrà tra le mani la moneta oggetto del desiderio.

Vediamo ora nel dettaglio una moneta da cento lire che presenta un evidente errore di conio e che, proprio per questo motivo, vale una barca di soldi. Ecco come è fatta.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —> Potresti facilmente avere questa moneta da un euro e venderla per un mucchio di soldi: ecco perché

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —> Avete ancora la moneta da due centesimi? Potreste venderla per un sacco di soldi: ecco perché

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —> Questa moneta da due euro ha un errore, ma vale una fortuna: controllate in tasca

Come è fatta e quanto vale la moneta da cento lire con errore di conio? Ecco tutti i dettagli

Moneta 100 lire
Moneta da cento lire con errore di conio (immagine presa da un rivenditore privato su eBay)

Questa moneta da cento lire vale ad oggi una cifra che va ben oltre il suo valore nominale. Infatti, il suo valore è di 5000 euro, ma vediamo nel dettaglio come mai. In primis, si tratta di una moneta coniata nel 1978, appartiene alle vecchie lire, la valuta che era in circolazione in Italia fino al 2002. In aggiunta, presenta sulla parte del dritto la testa di Italia laureata con la scritta “Repubblica Italiana” incisa sulla circonferenza della moneta. Gli autori di questa illustrazione sono Romagnoli e Giampaoli. In cambio, sulla parte del rovescio abbiamo Minerva accanto all’incisione del valore. Il materiale usato è l’actomal, ossia l’acciaio usato solitamente dalla Zecca dello Stato italiano per le monete.

Tuttavia, come è evidente dalle foto, questa moneta presenta un errore di conio. È come se una moneta fosse stata coniata per caso su un’altra creando una sovrapposizione di monete. L’effetto ottico è davvero incredibile.