Questa moneta da 2 centesimi se l’avete ancora, potreste venderla: vale una cifra iperbolica

Quanto può valere ad oggi una moneta da due centesimi di euro? Ecco la risposta che lascia tutti a bocca aperta. Non crederete ai vostri occhi. Ecco perché.

Monete
Monete di pesetas, vecchia valuta in circolazione in Spagna – Getty Images

Il collezionismo richiede molto impegno, ma quando si tratta di monete, si deve stare attenti a non incappare in truffe. La numismatica, infatti, può essere considerato terreno fertile per aggirare le persone e cercare di estorcere loro denaro. In generale, prima di procedere con qualsiasi acquisto, conviene prima consultare siti specializzati nel settore che possono dare una consulenza sincera sul pezzo in questione.

In alternativa, ci si può fidare del proprio istinto ed effettuare l’acquisto. I pezzi oggetto di scambio possono essere svariati. Si va dagli euro, fino ad arrivare alle vecchie monete in circolazione nei Paesi europei, come le pesetas e le lire. Ma non è finita qui, perché anche le monete d’oltreoceano sono preziosi oggetti da collezione.

Vediamo ora nel dettaglio una moneta da due centesimi di euro che ora ha acquisito un valore davvero stratosferico. Ecco quanto vale e perché.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —> Avete ancora la moneta da due centesimi? Potreste venderla per un sacco di soldi: ecco perché

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —> La moneta da due euro che può cambiare il tuo conto corrente: ecco come è fatta

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —> Puoi crederci: se hai questa moneta da due euro, puoi venderla per un mucchio di soldi

Quanto vale la moneta da due centesimi con errori di conio e quanto vale ad oggi?

Moneta da due centesimi
Moneta da due centesimi rara – Immagine presa da un rivenditore su eBay)

Questa moneta da due centesimi ad oggi vale 100mila euro. Una cifra assolutamente impensabile se si considera che il suo valore nominale è di appena due centesimi. Ma scopriamo il perché di questa impennata del suo valore.

Si tratta di una moneta che sulla parte del dritto presenta l’illustrazione della Mole Antonelliana di Torino. Proprio per questo motivo, si intuisce che sia una moneta in circolazione in Italia. Inoltre, è fatta in acciaio placcato in rame, che le dona il classico colore ramato. Tuttavia, questa moneta in particolare presenta alcune caratteristiche atipiche rispetto alle altre: non è presente la data della sua coniazione e nella parte superiore le stelle che solitamente sono visibili sul lato del dritto sono totalmente assenti.

Queste particolarità la rendono una moneta di una rarità assoluta e giustificano il valore incredibile che ha raggiunto sul mercato secondario.