Bitcoin, cominciata la rivoluzione: ma come stanno le cose in Italia?

Mentre la situazione per gli investitori dei Bitcoin nel mondo sembra essere semplice, nella zona euro la rivoluzione è difficile da attuare. Una differenza netta visibile anche in Italia.

Alcune monete dei BTC su un piano fatto di pezzi di legno
Tre monete dei Bitcoin in mezzo ad alcuni pezzi di legno (GettyImages)

Una situazione libera da regolamentazioni istituzionali ha portato le criptovalute ad essere utilizzate, ormai, in tutti i paesi del mondo e da ogni tipo di persona. In effetti, anche molti evasori hanno utilizzato questo sistema, ma sembra che per i Bitcoin e simili la situazione nella zona Euro blocchi la rivoluzione.

Una situazione voluta da più parti, ma non dai vari parlamenti che ancora devono decidere, in gran parte, come muoversi. Il tutto ha portato a un’espansione del settore, che ora si sta cercando di chiudere dentro i paletti legislativi.

In che modo è gestita la rivoluzione dei Bitcoin nella zona Euro

Alcuni esponenti statali durante il G7
Il premier italiano Mario Draghi durante il G7 (GettyImages)

Per quanto riguarda l’utilizzo della moneta digitale, la sua espansione sembra aver toccato i 100 milioni di fruitori nel mondo. Il problema, però, è sorto quando i Bitcoin hanno iniziato ad avere un valore stratosferico, ma la rivoluzione della sua crescita è stata bloccata nella zona Euro. In particolare, per quanto riguarda l’Italia, questo freno è arrivato dall’Agenzia delle entrate e dai vari tribunali.

Un vuoto legislativo che ha permesso, anche a chi utilizzava metodi illegali, di arricchirsi con questo sistema di investimento. Si parla addirittura di una quadruplicazione, in poco tempo, degli investimenti. La situazione ora sta cambiando repentinamente, per via dell’alta volatilità del settore.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Criptovalute, stavolta Elon Musk si è creato un nemico pericoloso

APPROFONDISCI ANCHE: Bitcoin, un altro crollo: colpa di un tweet

Convertire le criptovalute in euro è sempre stato complicato

Una riunione fra Monti, Sarkozy e Merkel
L’ex premier italiano Mario Monti a colloquio con la Merkel e Sarkozy (GettyImages)

Mentre in gran parte dei paesi mondiali la conversione delle criptovalute in denaro corrente è più semplice, nella zona euro ci sono dei problemi con le tasse. Infatti, anche la rivoluzione dei Bitcoin è stata frenata per questo motivo, visto che la legislazione in materia sembra essere confusa e frammentata.

Molto probabilmente, ora che i valori delle token sono saliti in maniera imponente, i parlamenti mondiali metteranno mano nel settore, ma fino ad allora resterà complicato convertire le monete digitali in denaro corrente, specie nella zona euro. Ciò porta gli investitori ad attendere un risvolto sulla complicazione del pagamento inerente alle tasse. Fino ad allora i loro risparmi restano in un mondo digitale difficile da utilizzare.

Le idee e le opinioni espresse in questo articolo appartengono unicamente all’autore e non riflettono necessariamente i punti di vista di Cointelegraph. Ogni investimento e operazione di trading comporta dei rischi. Dovresti condurre una ricerca propria quando prendi una decisione.