Victoria, bassista dei Maneskin e la terribile infanzia: la rivelazione

La talentuosa bassista dei Maneskin, Victoria, ha deciso di raccontare la complicatissima adolescenza da lei affrontata

Victoria De Angelis (Instagram)

Victoria De Angelis è uno dei membri del gruppo che negli ultimi tempi ha letteralmente spopolato sia in Italia che, naturalmente, all’estero.

Come ormai noto infatti, i Maneskin hanno trionfato prima al Festival di Sanremo, guadagnandosi l’opportunità di partecipare all’Eurovision Song Contest. Anche qui hanno ottenuto un incredibile successo, conquistando la maggior parte della giuria ed attestandosi in prima posizione al termine della gara.

Il successo per il nostro Paese mancava da oltre trent’anni, ovvero dalla vittoria di Toto Cutugno nel 1990. Adesso il tricolore è quindi tornato a sventolare in campo europeo, riempiendo di orgoglio tutti, o quasi, gli appassionati di musica nostrani.

 

In effetti, recentemente una nota cantante ha avuto qualche cosa da ridire. Stiamo parlando di Emma Marrone, la quale di fronte al trionfo della band, ha affermato di aver notato del sessismo. Lei, quando partecipò alla kermesse canora continentale, fu criticata per un paio di shorts, mentre i Maneskin si sono esibiti in abiti da vere rockstar, soprattutto Damiano che ha indossato addirittura un paio di tacchi a spillo. A quanto sembra dunque, tale fatto non è stato digerito dall’artista nata a Firenze.

Leggi qui -> Sanremo 2021, la finale: il rock dei Maneskin travolge l’Ariston

Leggi qui -> Sanremo e la classifica a rischio: il Codacons si mette in mezzo

Victoria e la sua complessa adolescenza

La giovane artista della popolarissima rock band è nata a Roma all’inizio del secolo corrente. Sono in molti ad affermare che sia stata proprio lei la vera fondatrice del gruppo, in quanto si è messa alla ricerca dei componenti in prima persona.

Da grande appassionata di moda qual è inoltre, si occupa dello stile e del look degli abiti di scena, curandone ogni minimo dettaglio. Esperta musicista, ha iniziato a suonare da bambina, per la precisione da quando aveva appena otto anni.

Recentemente la bassista ha rilasciato un’intervista sulle pagine di “Elle”, di cui alcune parti sono state riportate anche dalla pagina Instagram chiamata “zon”. Il tema principale del suo racconto è il periodo dell’adolescenza, caratterizzato da un bruttissimo disturbo, ovvero quello degli attacchi di panico.

“Ero una ragazzina spensierata, poi a 14 anni mi sono ritrovata a non voler più uscire di casa, ho perso un anno a scuola. C’era qualcosa di rotto in me e non sapevo come ripararmi”, queste le parole di Victoria, che fortunatamente è riuscita ad uscire dal tunnel.

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da ZON.it OnlineMagazine (@zon_insta)

Il merito della sua ripresa va agli amici ed alla famiglia, tuttavia l’artista ha confessato che in realtà la maggior parte del lavoro è stato personale: “È da sola che impari a gestire certe voragini”.