Loredana Berte e la lite con Renato Zero: “Mi ha chiesto cento milioni”

Loredana Bertè e Renato Zero, da grandi amici alla profonda lite. Ma cosa ha allontanato irrimediabilmente i due artisti?

Renato Zero
Renato Zero (Gettyimages)

Anche nel mondo della musica le grandi amicizie tengono banco da anni. Grandi personalità che vengono a contatto, spesso creando anche prodotti interessanti sotto il punto di vista lavorativo, ma soprattutto connessioni umane che non fanno altro che aumentare anche lo spessore degli stessi artisti. In confronto e l’arricchimento reciproco, rappresentano senza dubbio una base importante per continuare a crescere in qualsiasi tipo di ambito artistico.

E’ stato cosi (fino ad un certo momento) anche per due volti iconici della musica italiana come Loredana Bertè e Renato Zero. I due sono stati grandi amici per più di trent’anni, di fatto muovendo i primi passi delle loro carriere artistiche praticamente nello stesso momento. Loredana e Renato, infatti, si sono conosciuti verso la fine degli anni ’60 al ‘Piper’, un locale molto noto di Roma a quei tempi. Loredana lavorava come ballerina, mentre Renato cantava ed al tempo stesso di dilettava anche lui come ballerino.

Insomma, una conoscenza nata per caso e che per trent’anni li ha visti molto uniti, pronti anche a diverse collaborazioni insieme. Poi qualcosa si è rotto. I due, dopo decenni fianco a fianco, hanno interrotto ogni tipo di rapporto. Un malessere, evidentemente, alla base della rottura. E cosi è stata la stessa Loredana, nel corso degli anni, ad accendere i riflettori sui motivi del litigio con Renato Zero.

Leggi qui —> Loredana Bertè e l’enorme dimagrimento: ecco la dieta che ho fatto | È irriconoscibile

Leggi qui —> Renato Zero e la relazione con l’ex conduttrice: ecco la verità dopo anni

Loredana Bertè e Renato Zero, i motivi della lite

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Renato Zero (@renatozer0)

Cosa può aver portato due artisti cosi importanti, amici per tanti anni, a rompere ogni tipo di relazione? La spiegazione ha provato a darla proprio la Bertè che, ad un certo punto, si è addirittura mossa per vie legali, presentando una denuncia alla procura di Milano. Il motivo? Renato Zero sarebbe stato colpevole di aver chiesto alla sua collega ben 100 milioni per la restituzione dei diritti di ben nove canzoni scritte dalla stessa Loredana, e poi incise negli studi di ‘Fonopoli, a Roma, ovvero quelli di di proprietà dello stesso cantautore romano.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Loredana (@loredanaberteofficial)

Una questione che ha ovviamente aperto una crepa fortissima. “Quando gli ho chiesto di restituirmi almeno le tracce incise, Renato mi ha chiesto cento milioni. Ero esterrefatta. Dagli amici non ti puoi difendere, non te l’ aspetti una cosa simile. Ma chi li ha cento milioni?”, le parole della Bertè rilasciate alla fine degli anni ’90 e riportate da Repubblica.

Poi le parole di Renato Zero, che al tempo ha definito Loredana “ormai disperata e priva di qualsiasi credibilità nell’ ambiente discografico. Avere a che fare con lei era diventato durissimo”.