Truffa delle benzina, fate attenzione: automobilisti disperati

In Italia esiste una truffa della benzina che è un ever green e che non smette mai di fare delle vittime.

Una pistola di carburante verde
Una pistola del carburante inserito dentro il bocchettone di un auto (GettyImages)

Da nord a sud del nostro paese arrivano continue segnalazioni di automobilisti disperati. Il motivo è sempre lo stesso: il vecchio trucco della truffa sulla benzina. Il sistema è ormai conosciuto da molti, ma in tanti ancora ci cascano.

Sono varie le persone che, più volte, hanno incontrato questo tipo di truffatori e sembra che il copione che utilizzino sia sempre lo stesso. Un reclamo in un forum fa notare che forse c’è un sistema dietro a questo modo di rubare soldi agli automobilisti e addirittura ha ipotizzato il training fatto da alcuni mafiosi.

Uno script recitato a memoria da chi prepara la truffa della benzina

Il simbolo della benzina Diesel
Il simbolo del carburante Diesel (GettyImages)

Non si sa bene come alcuni malfattori si addestrino a farlo per mestiere. Quello che si sa per certo però è che per effettuare la truffa della benzina il copione ripetuto sembra essere sempre lo stesso. 

I maldicenti sembra dicano  spesso “sono rimasto a secco con l’automobile, sono partito da una città per arrivare ad un’altra città e ho bisogno di un tot di soldi per fare rifornimento”. Sembra che chiedano spesso una somma precisa di denaro e a volte qualcuno è anche pronto a dargliela.

LUMEZZANE – La truffa della benzina finita è uno dei grandi classici del bresciano. Ma nelle ultime settimane pare che…

Pubblicato da Questa è la Val Trompia su Domenica 14 giugno 2020

 

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Spunta la nuova truffa che sfrutta Amazon: attenti alle chat

LEGGI QUI: Cashback: la clamorosa truffa | La follia del bel paese

APPROFONDISCI ANCHE: Truffa mascherine cinesi? Dubbi sulla loro efficacia

Le dinamiche architettate dai vari ciarlatani e le reazioni dei malcapitati

 

Alcuni tipi di benzina nelle aree di sosta
Tre tipi di carburante nelle aree di sosta per il rifornimento (GettyImages)

Quello che desta sospetto è l’identità di questi truffatori della benzina. In effetti, sembra che quando iniziano la loro messa in scena dicano il loro nome e lascino anche una fotocopia di alcuni documenti di riconoscimento.

Le persone che sono malcapitate, in questo brutto gioco illegale, sono state anche citofonate a casa. La loro risposta a volte è stata positiva e hanno lasciato del denaro in prestito, che mai hanno più visto tornare indietro. Insomma, stare attenti ad alcuni sconosciuti sarebbe il consiglio da seguire, se no, ci si potrebbe ritrovare poi a denunciare questi fatti sui social o alle autorità competenti.