Aurora Ramazzotti sulle offese: “Sono le donne che mi sconvolgono”

Intervenendo duramente sulle stories del suo profilo Instagram, Aurora parla del fenomeno del catcalling e delle offese dei followers.

 

Uno sfogo espresso fortemente e sentito ancora di più sul suo profilo Instagram da parte di Aurora Ramazzotti, figlia d’arte del cantante Eros Ramazzotti e di Michelle Hunziker.

La giovane conduttrice aveva infatti parlato in questi giorni del fenomeno del catcalling, ovvero le molestie sessuali che avvengono in strada tramite richiamo della persona con strombazzi, versi, parole volgari.

Da questa denuncia sociale però, Aurora ha raccolto solo commenti negativi da parte dei followers e cosi lei stessa ha denunciato queste parole e questi commenti appunto tramite le stories del suo profilo Instagram.

La denuncia del catcalling

“È assurdo che nel 2021 si verifichino ancora di frequente certe situazioni. Fischi, commenti sessisti, davvero una schifezza.Non è possibile che appena mi metto una gonna oppure mi tolgo la giacca per correre, debba sentire queste cose. E mi succede seppur mi vesta spesso un po’ da maschiaccio, anche quando sono in tenuta sportiva.”

E la conclusione rivolta a tutti coloro che praticano questa tipologia di molestia in mezzo alla strada: “Se sei un persona che fa cat calling, sappi che mi fai schifo”.

Il fenomeno del catcalling è sempre più in crescita soprattutto nelle grandi città ed ha portato numerose difficoltà a moltissime donne di uscire tranquille senza ricevere molestie.

LEGGI QUI: Le fan di Aurora Ramazzotti si chiameranno maiale: ecco il perché

LEGGI QUI: Aurora Ramazzotti e gli auguri di compleanno proprio a lei Ecco chi è

LEGGI QUI: Aurora Ramazzotti sbarca su Mediaset: ecco di cosa si occuperà

I commenti sul post

Dopo la denuncia sociale però Aurora nella mattinata di oggi ha condiviso sempre tramite stories Instagram una serie di risposte e di commenti totalmente fuorvianti e volgari nei suoi confronti.

In particolare Aurora spiega nelle stories che a farle paura sono le donne che le hanno fatto questi commenti, dato che sono spesso le più malvagie e non comprendono che vi dovrebbe essere unione e supporto per chi subisce questo tipo di molestia.

Dunque senza mezzi termini, come sempre, Aurora spiega che anche una persona che viene considerata più “brutta” può ricevere delle molestie. Molti dei commenti infatti riguardavano la ragione secondo cui Aurora prima si lamentava di essere considerata non di aspetto gradevole, per poi lamentarsi di ricevere questo tipo di mobbing.

I commenti sono stati affrontati dalla ragazza comunque con estrema lucidità.