L’insonnia e come combatterla | Quattro punti da cui partire

Ecco alcuni metodi per cercare di combattere l’insonnia e avere una maggiore durata del sonno. 

Persona che dorme
Persona che dorme – Getty Images

Sono molti gli italiani che soffrono di insonnia, fenomeno che a causa delle misure restrittive che impediscono di uscire di casa, si è acuito di parecchio nell’ultimo anno. Non è un caso, infatti, che la vendita di tisane rilassanti, sonniferi e prodotti che stimolano la melatonina, l’ormone che regola il ciclo di sonno e veglia, sia schizzata alle stelle.

Per risolvere questo problema che ha ripercussioni nella vita quotidiana di tantissime persone modificando anche l’orologio biologico, ecco alcuni punti da seguire per avere un sonno migliore.

Come dormire meglio: ecco i metodi infallibili per sconfiggere l’insonnia

Donna che dorme
Donna che dorme – Getty Images

Prima di tutto, è bene capire le cause che portano all’insonnia. Ci possono essere molti fattori: stress, lavoro, problemi di salute, ma non solo. Spesso dipende anche dall’ambiente in cui viviamo e dalle abitudini attuate prima di andare a dormire. Quindi, oltre all’aiuto di uno specialista nel caso in cui l’insonnia sfoci in disturbi veri e propri, ci sono alcuni trucchetti per rilassarsi.

L’ambiente in cui si dorme è di fondamentale importanza per avere una buona qualità del sonno. La temperatura deve essere non troppo calda, ma neanche troppo fredda. Inoltre, deve essere anche comoda. A tal proposito, possiamo decorarlo con oggetti che ci rendono felici e ci ricordano cose belle. L’obiettivo è renderlo accogliente in modo tale da farci sentire bene e al sicuro.

Altro aspetto da tenere in conto è la diffusione delle luci. C’è chi riesce a dormire completamente al buio, ma per chi soffre di insonnia può essere un altro motivo di stress. Per questa ragione, si consiglia l’uso di luci bianche e soffuse. È assolutamente sconsigliato l’uso di luci gialle o blu.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —> Come stare meglio: dormire e mangiare sano

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —> Vietato dormire con il telefono in mano: il motivo è spaventoso

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —> Enrico Papi dal dormire in macchina al grande lutto: il segreto dietro al successo

Soluzioni contro l’insonnia: cosa fare e perché

Bimba che dorme
Bimba che dorme – Getty Images

Per migliorare il sonno è importante cambiare anche la routine prima di andare a letto. È consigliato sospendere l’uso di dispositivi elettronici almeno un’ora prima di mettersi nel letto. Il motivo? I cellulari emettono una luce blu che confonde il cervello che non sa più distinguere tra luce solare e luce artificiale. Quando c’è la luce solare, l’organismo smette di produrre melatonina, per questo quando ci sono luci artificiali di dispositivi elettronici, il cervello lo percepisce come luce solare e non rilascia melatonina sconvolgendo il nostro ritmo del sonno. Aiuta a rilassarsi, al contrario, fare un bagno caldo, bere una tisana o leggere un libro.

Praticare sport nelle quattro ore antecedenti al sonno non aiuta a prendere sonno, per questo si consiglia di fare gli esercizi al mattino o al pomeriggio. Si sconsiglia totalmente la somministrazione di bevande gassate che contengono caffeina e alcolici e fumare. Il motivo è semplice: attività che stimolano il rilascio di adrenalina mal si adeguano al relax che, invece, serve per prendere sonno.

L’ultimo aspetto da tenere in conto è la posizione che si assume quando si dorme. Quella ideale è con la pancia in su o sul fianco, mai a pancia in giù.