Matteo Sereni e le accuse di pedofilia: l’ex moglie gli ha provato a distruggere la vita

L’ex calciatore italiano, Matteo Sereni, ha ricevuto delle accuse a dir poco gravissime da parte della sua ex moglie

Matteo Sereni (Instagram)

Matteo Sereni ha giocato nel campionato italiano di calcio di Serie A, ricoprendo il ruolo di portiere. Ha esordito nella massima categoria con la maglia della Sampdoria.

Tra le casacche principali da lui indossate ricordiamo quella del Torino e della Lazio, mentre non ha mai debuttato nella Nazionale maggiore, fermandosi alle sole tre presenze messe in cassaforte con l’Under 21.

Nel corso della sua carriera Sereni ha vinto due Coppe Italia, rispettivamente nel 1994 e nel 2004. Nato a Parma, l’estremo difensore non è dotato di un’incredibile altezza, tuttavia la sua esplosività e la sua reattività gli hanno permesso di calcare terreni di gioco di un certo livello.

Il ritiro dal calcio giocato è avvenuto nel 2011, quando aveva 36 anni. Al giorno d’oggi per un portiere non è molto, basti pensare a Gianluigi Buffon che ne ha compiuti 43 lo scorso gennaio ed ancora milita nella Juventus.

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da iltorosiamonoi (@iltorosiamonoi)

Il motivo del suo abbandono tuttavia, è stato reso noto soltanto qualche tempo dopo e, senz’altro, si può ricondurre ad un fatto gravissimo.

Leggi qui -> Lorella Cuccarini attaccata da Maria teresa Ruta: la dichiarazione al GFvip

Leggi qui -> Lorella Cuccarini presenta la sua nuova creatura: è fantastica

L’ex moglie di Sereni e le pesanti accuse

Matteo è stato sposato con Silvia Cantoro, la quale è stata anche sua procuratrice. La fine del loro rapporto, a voler usare un eufemismo, è stata travagliata.

Le accuse che la donna ha sporto nei confronti del suo ex marito sono letteralmente pesantissime. Quest’ultimo, secondo lei, avrebbe addirittura abusato della loro figlia minore. Così Sereni si è visto costretto a ritirarsi, per dedicarsi all’affidamento dei figli e il relativo processo.

Dopo anni di inchiesta, finalmente il caso è stato archiviato, così l’ex estremo difensore si è voluto togliere qualche sassolino dalla scarpa. “Le accuse di pedofilia? Sono stati 11 anni atroci, dalla mia ex moglie calunnie infamanti”, queste le dichiarazioni tuonanti riportate da “Dagospia”.

Poi il portiere ha proseguito: “La mia ex moglie durante la separazione giudiziale, ha iniziato ad accusarmi di nefandezze senza precedenti”. Inoltre, secondo lui, i figli sarebbero stati interrogati “con modalità inappropriate e suggestive di falsi ricordi”.

Matteo Sereni (Instagram)

Conclude affermando che sarebbe stata proprio la Cantoro ad architettare il tutto,  ringraziando infine suo fratello Giacomo e l’attuale compagna Stefania, la quale ha da sempre creduto in lui, restandogli costantemente al fianco.