Elisabetta d’Inghilterra sotto accusa: “Ritoccate leggi a suo favore” | Popolo sconvolto

Elisabetta d’Inghilterra è al centro della bufera, ma questa volta a fare scalpore non è uno dei suoi look, le accuse verso di lei sono gravi

Regina Elisabetta (Instagram)

È un periodo particolare questo per la corona inglese. Sin dall’uscita della serie The Crown i reali ed i loro addetti stampa hanno avuto non pochi problemi. La serie mostra in particolare scene molto private, come ad esempio il tradimento del principe Carlo nei confronti di Lady D. personaggio molto amato dai sudditi che non hanno apprezzato quanto visto nella serie.

Chi di dovere ha così pensato di rivolgersi direttamente al colosso dello streaming. L’idea, arrivata dal segretario della cultura Oliver Dowden, sarebbe quella di fare pressioni a Netflix per aggiungere un disclaimer in favore dei propri abbonati.

Per disclaimer si intende una sorta di didascalia che avvisi gli spettatori che quello che stanno guardando si basa si su fatti reali ma che vengono comunque romanzati per esigenze di trama. A questo seguì il definitivo addio dei duchi di Sussex Harry e Meghan, i quali decisero di abbandonare la famiglia reale.

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da The Royal Family (@theroyalfamily)

Ultimamente proprio Harry sembra aver fatto un passo indietro, in quanto non vorrebbe perdere i titoli militari guadagnati sul campo. Non è finita qui però, un nuovo scandalo sta per colpire Buckingham Palace.

LEGGI QUI>>> I segreti del Principe Carlo svelati in una serie Netflix: Dettagli sconvolgenti

LEGGI QUI >>> La longevità della regina Elisabetta d’Inghilterra, curiosità e considerazioni.

Elisabetta d’Inghilterra, le grave accuse contro la regina

La regina, tanto amata dai sudditi, è finita ancora una volta al centro della bufera. Le accuse a lei rivolte sono molto gravi e potrebbero avere conseguenze inimmaginabili. A muoverle è nientemeno che il prestigioso “Guardian”, entrato in possesso di alcuni documenti privati.

L’accusa sarebbe quella di aver ritoccato delle leggi a suo favore in modo da occultare il suo patrimonio e non rispondere alla giustizia Notizia questa che se confermata avrebbe dell’incredibile.

Secondo il tabloid la regina avrebbe interferito almeno quattro volte nella legislazione, sfruttando il così detto Queen’s consent. I casi sotto accusa riguarderebbero ad esempio il 1972, quando una legge sulla trasparenza di asset e investimenti fu applicata soltanto ai sudditi, ma non solo.

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da The Royal Family (@theroyalfamily)

Tre anni più tardi lo stesso destino toccò alla riforma del leasing dei terreni privati, che non venne applicata ai Windsor. Nel 1982 poi si avviò la riforma delle istituzioni del patrimonio artistico e la Royal Commission ne fu esclusa, rimanendo in piedi fino al 1999. L’ultimo caso invece non riguarderebbe direttamente la politica, e vedrebbe coinvolto Filippo di Edimburgo.

Secondo quanto riportato Filippo, alla guida in stato di ebrezza, avrebbe quasi rischiato di uccidere una mamma e suo figlio. Il principe la scampò perché avvenne a Sandringham, di proprietà della regina, dove non si applica il codice della strada del 1968. Da Buckingham Palace smentiscono in maniera categorica, tuttavia il Guardian si dice pronto a nuove rivelazioni