Whatsapp, novità a sorpresa: utenti a bocca aperta

Un anno speciale per Whatsapp, che tira fuori ancora una sorpresa attesa da poche persone. Vediamo di cosa si tratta e a cosa serve.

Una persona al telefono sorridente
Una donna sorride mentre è al cellulare (GettyImages)

Una serie di novità stanno contornando il mondo dei social, utili per aggiornare le mancanze che in passato avevano. Fra tutte le app, Whatsapp sembra le più attiva e regala un’altra sorpresa ai propri utenti. 

Questa volta si tratta del messaggio di verifica, che verrà sostituito per rendere più smart l’applicazione. Ogni volta che si reinstallava l’app con un’altra sim o su un altro smartphone, vi era bisogno di inserire il codice di verifica che il sistema inviava all’utente, ma d’ora in poi sembra che non sarà più così.

A cosa serve questa nuova sorpresa di Whatsapp

Una persona parla al telefono dentro un ufficio
Una persona al telefono mentre ha un altro dispositivo in mano (GettyImages)

Quello che i soci dell’app di messaggistica stanno facendo è inerente alla volontà di combattere la forte concorrenza da parte di altre società. Al momento, la decisione è quella di velocizzare Whatsapp e viene fatto con una sorpresa riguardante la verifica dell’account. 

Ciò che avverrà, una volta reinstallata l’applicazione, sarà relativo a una telefonata in entrata, a cui non vi è il bisogno di rispondere. Non serviranno più codici e i programmatori sono riusciti ad inventare un azione di auto riconoscimento. In particolare, l’app riesce a controllare il registro delle chiamate di qualche tipo di dispositivo, così da poter riconoscere l’utente.

LEGGI QUI: Facebook e Instagram, entrambe le piattaforme saranno rivoluzionate: ecco perchè

APPROFONDISCI ANCHE: Whatsapp, cambia tutto il sistema: utenti colti di sorpresa

Una metodologia invadente, che non tutti i sistemi operativi accettano

Due loghi simili di Whatsapp, di cui uno con il lucchetto
Il logo di Whatsapp vicino a un’altro che mostra il lucchetto (WebSource)

Per quanto riguarda i sistemi operativi Ios e Android hanno un modo di reagire diverso alla Flash call inventata dai programmatori di Whatsapp. Infatti, i sistemi Ios, attentissimi alla privacy, non permettono la lettura del registro delle chiamate da parte di applicazioni esterne.

Dalla sede di Menlo Park (California) fanno sapere che comunque la privacy dei fruitori non sarà intaccata in alcun modo, lasciando anche a loro la possibilità di non accettare questo servizio. Al momento, quindi, questa novità sarà disponibile, a breve, soltanto per i dispositivi Android, basta accettare la richiesta ricevuta.