Michele Morrone, nasconde un dramma immenso: la sua lettura vi farà piangere

Il noto attore italiano, Michele Morrone, ha subito un terribile dramma diversi anni fa. Andiamo a svelare di che cosa si tratta

Michele Morrone (Instagram)

Nato in un piccolo comune in provincia di Milano, Morrone ha iniziato a frequentare dei corsi di recitazione a Pavia, subito dopo essersi diplomato.

Il suo debutto in televisione risale a dieci anni fa, quando ha preso parte alle riprese della miniserie intitolata “Come un delfino”. Grazie alle abilità da lui messe in mostra sul set, successivamente è stato chiamare a recitare in altri telefilm in onda sul piccolo schermo.

Tra questi ce ne sono alcuni che hanno riscosso un grande successo, come ad esempio “Che Dio ci aiuti”, “Provaci ancora prof”, “Squadra antimafia” e, più recentemente, “I Medici”.

 

Per quel che riguarda il cinema invece, ha esordito nel 2012 recitando in un cortometraggio, “E la vita continua”, mentre proprio quest’anno ha partecipato alla pellicola del regista Vicente Amorim, “Duetto”.

Leggi qui -> Amanda Lear e quel ricordo di Mia Martini

Leggi qui -> Loredana Bertè e l’omaggio alla collega: “È la mia erede” | Ecco di chi si tratta

Il dramma di Michele Morrone

L’attore lombardo è padre di due figli, Marcus e Brando, nati rispettivamente nel 2014 e nel 2017. I bambini sono frutto della ormai conclusa relazione con la stilista nata in Libano Rouba Saadeh.

Dopo il divorzio giunto nel 2018, per Michele è arrivato un brutto periodo caratterizzato da una forte depressione, tanto che stava per maturare l’idea di smettere con la recitazione. Fortunatamente è riuscito a risollevarsi, scacciando via una volta per tutte i fantasmi del passato che ha avuto nella mente.

Quando Morrone era molto piccolo invece, esattamente all’età di dodici anni, è stato vittima di un terribile dramma. Stiamo parlando della morte del padre, un uomo di nome Natale.

Ne ha parlato non molto tempo fa, durante il corso di un’intervista rilasciata a Silvia Toffanin, all’interno della trasmissione targata Mediaset “Verissimo”. Il genitore nella vita svolgeva il lavoro di operaio edile, ma a portarlo via dalla sua famiglia fu una bruttissima malattia.

Nel momento più toccante della chiacchierata, l’attore ha raccontato: “Io non ho avuto la fortuna di essere cresciuto dal mio papà che è venuto a mancare molto presto, quindi cerco di essere perfetto”.

 

Davanti ad una Toffanin emozionata da queste frasi, Michele conclude con questo pensiero: “Quello che più mi manca è il suo parere sulla vita di oggi, sapere cosa ne pensa anche del fatto di aver fatto un film”.