Simona Cavallari, dal buddismo alla dura separazione: Ecco cosa fa oggi

Simona Cavallari, attrice mediterranea dai capelli ricci, è ricordata per aver preso parte da giovanissima nel cast della Piovra. Distintasi tra cinema, fiction e teatro, è madre di due ragazzi, avuti dalla relazione con un noto cantante

Simona Cavallari
Simona Cavallari

Simona Cavallari, attrice romana, sarda di adozione, seguace del buddhismo, è cresciuta sotto la vigile guida di mamma Rosa e Papà Umberto, da piccola sognava di diventare psicologa o ballerina. Tuttavia, già all’età di 7 anni muove i primi passi verso il futuro nella recitazione.

A quell’età era stata notata per una pubblicità grazie alla cugina della madre, babysitter della figlia del regista che l’ha scelta. Ha studiato danza classica e, dopo le scuole medie, ha deciso di conseguire il diploma presso il Liceo classico Virgilio di Roma. Subito dopo, con una strada già scritta, si è dedicata agli studi di recitazione.

Il suo debutto al cinema è avvenuto nel 1985, con il film Pizza Connection. Appena 4 anni dopo Simona Cavallari ha ottenuto il primo grande ruolo in una fiction tv, La piovra, del 1989, dove ha interpretato il ruolo di Ester Rasi.

LEGGI QUI>>> Giampiero Ingrassia e il lutto che ha rischiato di distruggergli la vita: Come sta oggi

Gli anni 90

Gli anni Novanta hanno segnato un importante punto di svolta per la sua vita professionale, grazie ai ruoli ottenuti negli sceneggiati d’autore. Nel 1994 ha partecipato al celebre Il sogno della farfalla, di Marco Bellocchio, attraverso il quale è arrivata a partecipare al Festival di Cannes.

Nel 1997 è stata la fidanzata di Gabriel Garko in Angelo nero. Nel 1999 è tornata sul grande schermo con il film Amor nello specchio di Salvatore Maira e nel 2000 è stata tra i protagonisti della miniserie tv di Rai 2 Sospetti.

Nel 2007 è tornata in televisione con la miniserie Il capo dei capi, in onda su Canale 5, e dal 2009 al 2012 è stata protagonista, sempre per Canale 5 della serie TV Squadra antimafia – Palermo oggi, nei panni della vicequestore Claudia Mares che per i suoi ideali di giustizia sarà perennemente in lotta contro la mafia.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Simona Cavallari (@simonacavallari)

La stessa attrice ha rivelato in un’intervista come la popolarità raggiunta grazie all’interpretazione in Squadra Antimafia l’abbia fatta sentire notevolmente sotto pressione. “Dopo Squadra Antimafia ho deciso di fermarmi un po’ per restare con i miei figli. Inoltre ho viaggiato tanto e ho continuato a studiare recitazione. Insomma avevo comunque deciso di fermarmi, perché mi sentivo sotto pressione”.

La vita privata

Simona Cavallari è stata a lungo tempo legata al noto cantautore Daniele Silvestri. La loro storia è durata dal 2000 al 2009. Il loro legame ha costituito un’intensa storia d’amore, che ha dato alla luce due splendidi pargoli. Paolo Alberto, nel 2002. Santiago Ramon, nel 2003.

LEGGI QUI>>> Valeria Fabrizi dopo il brutto furto subito: Ecco come sta oggi

LEGGI QUI>>> Giorgio Tirabassi: dopo la brutta esperienza è pronto a tornare: Ecco i suoi progetti

La separazione dal compagno è stata estremamente dolorosa per lei. In un’intervista rilasciata a Diva e Donna aveva raccontato a cuore aperto quel periodo, che l’hanno spinta al pensiero del gesto più estremo, quello, fortunatamente mai avvenuto, del suicidio.

Dopo questo oscuro momento, la vita dell’attrice ha ritrovato la luce grazie all’incontro con lo stuntman Roberto Libertini, che sui set le ha insegnato ad andare in moto e a sparare. Relazione naufragata dopo la nascita del figlio, il terzo per Simona: Levon Axel.

Dall’agosto 2019 si è legata all’imprenditore Giovannino Glorio, con il quale sembra condividere una meravigliosa storia d’amore.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Simona Cavallari (@simonacavallari)