I trend food del 2021. Cosa porteremo sulle nostre tavole?

Anno nuovo, nuove abitudini e tendenze. Anche il cibo non fa eccezione. Cosa porteremo sulle nostre tavole nel 2021? Preferiremo il fast food o la cucina molecolare?

Trend Food 2021- le bibite
Trend Food 2021- le bibite

Il Covid-19 ha influenzato le nostre priorità e influenzerà ancora cosa apprezzeremo nel 2021, in particolare nella scelta di cosa mangeremo. Nuovi gusti e piatti di tendenza per il nuovo anno sono l’oggetto dell’ultimo studio sui trend culinari a cura dell’agenzia di forecasting Wgsn.

Occhi che hanno studiato le nostre abitudini e i nostri desideri, ma anche e soprattutto le abitudini che abbiamo acquisito nei mesi passati e i consumatori che siamo diventati. Un racconto dell’anno che verrà che regala una prospettiva futura abbastanza attendibile. Tra le conferme, come l’utilizzo di fonti vegetali alternative, anche marine, e novità come una ristorazione sempre più contactless – anche se in realtà è un’eredità che portiamo con noi dal 2020.

LEGGI QUI>>> Il panettone spopola oltreoceano. E’ il più “mangiato” in America

Ecco le principali novità alimentari del 2021

1. Uova vegane
Fra le novità spiccano le uova vegane, prodotte senza scomodare le galline a conferma del successo crescente dell’amore per i cibi privi di animali e derivati. In realtà si tratta di un impasto realizzato di fagioli mungo verdi (indiani), soia e ceci dal sapore sovrapponibile a quello delle uova e che replica perfino l’aspetto dell’uovo vero. Il composto può anche essere usato per fare frittate, omelette e tortillas vegetali.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Vegans of Rome (@vegansofrome)

2. Carne, frutti di mare e mozzarelle di laboratorio
L’applicazione della tecnologia al campo alimentare vedrà la comparsa di carne bovina, frutti di mare e latticini sviluppati interamente nei laboratori come alternativa al consumo di animali.

3. Kit di pasti pronti degli chef stellati
Farsi recapitare a casa il box di anatra arrosto di Eleven Madison Park (Manhattan) è possibile, sborsando circa 500 dollari e la richiesta nei giorni delle feste di fine 2020 è elevata, raccontava il New York Times i giorni scorsi. I pasti pronti stanno subendo una rapida trasformazione diventando schiscette gourmet griffate dai principali chef stellati dei ristoranti di lusso che, per compensare il crollo di fatturato durante il lockdown, hanno avviato per la prima volta il servizio di delivery.

4. Bevande in lattina , incluso il vino
Seguono le nuove bevande in lattina che potrebbero sostituire bottiglie e bottigliette di plastica. L’alluminio si ricicla interamente (se gettato e recuperato nel modo corretto) e le lattine stanno prendendo sempre più piede. Negli Stati Uniti alla fine di questo anno la crescente mania di bere vini e birre artigianali in lattina pare abbia mandato in tilt le fabbriche di lattine che non sono riuscite a soddisfare l’impennata di richieste.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da The Kombucha Shop (@thekombuchashop)


All’interno di questo calderone che strizza l’occhio alla cucina nordica, regna incontrastato il Kombucha.  Da qualche anno, da quando questa versione “addolcita e naturalmente fermentata” del tè ha cominciato a fare bella mostra di sé in Occidente, è stata un’escalation; prima nei negozi green, poi sempre più diffuso anche nelle versioni in bottigliette di plastica – riciclabile, per la maggior parte-. Ora secondo alcuni studi, è la volta di un nuovo upgrade. Ovvero la versione alcolica, che nei paesi anglosassoni va sotto il nome di Hard Kombucha e abbina alla ricchezza di probiotici e alla frizzantezza naturale, anche un pizzico di alcool.

LEGGI QUI>>> La pandemia, non ci ha portato via la bellezza. Ecco i beauty trends

LEGGI QUI>>> I gioielli sono i migliori amici delle donne. Ecco le ultime tendenze

5. Acque molecolari e spuntini per la camera da letto
Nel 2021, attesta il report Wgsn, le nuove bevande in lattina includeranno le acque ‘molecolari’, cioè addizionate con piccole dosi di principi attivi, in primis quelli che aiutano a prendere sonno come magnesio e L-teaina, un aminoacido che dovrebbe rilassare. L’anno nuovo, infatti, vedrà anche un aumento dell’offerta di spuntini rilassanti notturni, pronti e confezionati, contenenti cioccolato calmate, oppure ‘gelati per la buonanotte’ contenenti minerali che rilassano, enzimi che facilitano la digestione e meno zucchero.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Fattoria di Maiano (@fattoriadimaiano)

6. La spesa in fattoria
Nel 2020 abbiamo preso dimestichezza con la spesa ordinata online e recapitata sul pianerottolo di casa. Difficilmente abbandoneremo la nuova abitudine. Il prossimo anno, prevede Wsgn affineremo meglio i nostri acquisti alimentari e allo shopping online presso le catene di supermarket più rinomate assoceremo qualche ordine fatto direttamente con i siti internet di aziende agricole, fattorie e caseifici locali.