Firenze Rocks: il concerto dell’anno a Firenze firmato Virgin Radio

Foo-Fighters

È ormai alle porte il 14 giugno, data dell’attesissimo super concerto Firenze Rock che vedrà sul palco delle leggende del rock come Foo Fighters capeggiati da Dave Grohl. Assieme alla band di Seattle ci saranno Guns ‘n Roses, Iron Maiden e Ozzy Osbourne che scalderanno il pubblico del Firenze Rock, mega evento dell’estate formato da Virgin Radio. Già sold out, il concerto si preannuncia ad alto contenuto rock.

Le origini dei Foo Fighters

La band fondata da Dave Grohl a Seattle del 1994 dopo al morte di Kurt Cobain leader dei Nirvana dove Dave Grohl faceva il batterista, sarà la head liner della kermesse. Il gruppo in realtà non nasce proprio come un gruppo ma all’inizio si trattava solo di Dave Grohl e della sua musica. Di recente, il batterista dei Nirvana ora cantante nonché presidente dell’etichetta che produce la sua band e altri gruppi emergenti ha raccontano di come si era trovato spaesato e sconvolto dopo la morte del suo amico il 5 aprile 1994. In seguito a quell’evento. Grohl si rinchiuse in uno studio di registrazione e ha iniziato a pensare e scrivere canzoni piene di rabbia, tristezza e tutti i suoi sentimenti in quell’attimo. Decise così di mettersi a registrare: un one man band che si occupava di tutte le tracce, passando dalla batteria alla chitarra, dal basso alla voce e ai cori, compreso anche un passaggio alla macchina del caffè. Nacque così una primissima e rudimentale registrazione a cui Dave decise di dare il nome di Foo Fighters per far sembrare che in realtà ci fosse un gruppo di musicisti dietro a quella audio cassetta, la quale venne distribuita a mano ad alcuni amici e conoscenti. L’interesse fu da subito alto e non ci volle molto per far arrivare la cassetta a un produttore, che chiamò Grohl il quale si stupì dell’interesse per quella che lui aveva interpretato come una terapia d’urto per affrontare la morte dell’amico Kurt. Invece di passare i diritti della sua musica a una major qualsiasi, Dave Grohl cercò chi potesse sostituire sé stesso agli altri strumenti e fondò una etichetta discografica per autoprodursi.

Le regole da seguire

Oltre alle regole sulla sicurezza che si devono tener a tutti i grandi eventi, la band di Seattle che si è sempre contraddistinta per le goliardia ha pubblicato una curiosa lista di oggetti che non sono ammessi al centro Firenze Rocks il 14 giugno con la collaborazione di Virgin Radio. Tra gli oggetti più curiosi che Dave Grohl e soci hanno vietato ci sono foto brutte di un noto conduttore televisio e radiofonico, vhs pirata di una serie tv chiamata “Land of th lost”, scaldamuscoli anche se a metà giugno si spera che il tempo sia tutt’altro da scaldamuscoli. Alla bizzarra lista dei divieti che i numerosissimi fan accorsi al Firenze Rock si aggiungono anche il divieto di portare con sé ritagli di giornali che parlino male della cantane Shania Twain e la matite, se non sono numero 2.