Pippo Baudo e la storia del figlio “segreto” | Ecco chi è Alessandro

Pippo Baudo e la storia del figlio tenuto in “segreto” per una motivazione precisa. Andiamo a scoprire chi è e il motivo di questa questione.

Non tutti sanno che uno dei presentatori più amati dai telespettatori italiani ha affrontato una situazione molto particolare durante la sua vita. Infatti, il presentatore televisivo Pippo Baudo ha un figlio, Alessandro, che è stato tenuto “segreto” per molto tempo. Di recente il secondogenito, visto che la prima figlia si chiama Tiziana, ha rilasciato un’intervista davanti le telecamere di Mediaset, parlando della situazione e di come si sente.

 

Baudo, Fazio e Litizzetto su un palco
Fabio Fazio, Luciana Litizzetto e Pippo Baudo vestiti di nero (GettyImages)

Il presentatore, pietra miliare della Rai, non ha bisogno di presentazioni. I 14 Telegatti da lui vinti parlano per la sua carriera, coronata da varie conduzioni del ‘Festival di Sanremo’. Il figlio, Alessandro, è un noto cantante in patria, ma non la nostra, visto che risiede in Australia. Fra i due, al momento, c’è molta sintonia e i consigli del padre sono recepiti benevolmente dal figlio.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Anna Falchi e i segreti della relazione con il nipote di Vespa: Era in grado di farmi..

LEGGI QUI: Pippo Baudo, l’evento inatteso in tarda età: Non me l’aspettavo

APPROFONDISCI ANCHE: Mara Venier, baci e abbracci con un uomo ma non è Nicola | Esplode il web

La storia “segreta” del figlio di Pippo Baudo

Pippo Baudo e il figlio Alessandro
Pippo Baudo, sulla sinistra, e il figlio Alessandro, sulla destra (WebSource)

La storia d’amore con Mirella Adinolfi ha portato alla nascita di una prole, anche se la donna ai tempi era sposata e cresceva due figli con un altro uomo. In effetti, Pippo Baudo ha saputo solo più in avanti con l’età che Alessandro era suo figlio, e il “segreto” è stato mantenuto anche nei confronti del ragazzo.

La verità è stata rivelata ad Alessandro soltanto quando il padre non biologico si era ammalato. “Inizialmente è stato un vero e proprio shock, ma con il tempo mi sono abituato, anche se è ancora un po’ strano”, ha affermato il cantante. “Lui lo vedevo come uno zio, ci giocavo da bambino e lo vedevo spesso”, ha poi detto davanti le telecamere di Canale 5.