Maurizio Costanzo, la spara grossa su Insinna: “Non farei paragoni col passato”

Maurizio Costanzo va giù duro con il collega Flavio Insinna, le sue parole al vetriolo hanno scosso il conduttore. Vediamo cosa ha detto.

Maurizio Costanzo non è tenero nei confronti di Flavio Insinna e della sua conduzione de “Il pranzo è servito”

E’ tornato da qualche settimana “Il pranzo è servito”, uno dei programmi più amati dagli italiani. Dal 28 giugno 2021,  dopo la bellezza di 28 anni, è di nuovo in onda, ma questa volta non su Mediaset, bensì su Rai 1, e andrà avanti durante tutto il periodo estivo.

Il programma è stato condotto prima da Corrado dal 1982 al 1990, successivamente da Claudio Lippi dal 1990 al 1992 e da Davide Mengacci dal 1992 al 1993. Oggi la conduzione è stata affidata a di Flavio Insinna il quale, però, sembrerebbe non essere ritenuto all’altezza dei suoi predecessori.

Leggi qui: Maria De Filippi porta un’ex corteggiatrice in Rai: affiancherà Flavio Insinna | Ecco chi è

Maurizio Costanzo: “Non è confrontabile con il suo illustre predecessore”

A tuonare nei confronti del conduttore, attore e doppiatore italiano è Maurizio Costanzo che rimanda il giudizio su Flavio Insinna. A chi diceva che non fosse paragonabile la sua conduzione a quella dei predecessori, il giornalista romano ha spiegato:

“È presto per dire se Flavio Insinna sia o no all’altezza del suo ruolo: ha bisogno di adattarsi nelle vesti di conduttore di un programma storico, ma nuovo per lui. Non farei paragoni col passato: un tempo i presentatori avevano uno stile diverso, adeguato a un altro pubblico e a un’altra epoca”.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Flavio Insinna (@flavioinsinna_)

Se non è una bocciatura, ci si avvicina molto, in quanto Costanzo non ha voluto comunque esprimere giudizi positivi ma ha rimandato alle prossime puntate, segno che, almeno al momento, non ha avuto grandi risposte da Insinna. Certamente “Il pranzo è servito” è un programma che ha rappresentato molto per gli italiani e non è semplice, per i professionisti di oggi, mettersi in competizione con “mostri sacri” quali Corrado.

Leggi qui: Mara Venier rivela a Costanzo: “Una situazione molto delicata…”

Per Flavio Insinna c’è ancora una lunga strada da fare per superare lo scetticismo degli appassionati de “Il pranzo è servito” che, dopo una sosta durata quasi 30 anni, hanno finalmente potuto di nuovo riassaporare l’atmosfera gioiosa e leggera del programma.

Il conduttore romano ha ancora diverse settimane a disposizione per adattare il suo stile a ciò che richiede il contenitore ed essere veramente vincente.