Quest’app sullo smartphone ce l’abbiamo tutti: tra poco diventerà a pagamento

Un’app dello smartphone molto utilizzata, a breve, diventerà a pagamento, meglio seguire le dinamiche della vicenda. 

Una donna seduta vicino la scritta "Hey Google"
La scritta “Hey Google” dentro un mezzo pubblico (GettyImages)

In questa vita poche cose sono gratuite, meglio sfruttarle finché si può. In effetti, proprio come l’app dello smartphone che, fra poco, farà pagare i suoi servizi, le cose molto utilizzate smettono di essere free.

Questa volta si tratta di un contenitore web di foto che, superato un certo limite di giga, mette un costo alle sue prestazioni. In tanti hanno abusato della possibilità di nessun costo della funzionr per molto tempo, ora c’è un conto da pagare.

Google photos, l’app dello smartphone che diverrà a pagamento

Una scritta inerente a Google fatta con dei cuscini
Una donna seduta vicino la scritta “Google” (GettyImages)

Inutile dire che Google sia un’azienda, ormai, di un fatturato stratosferico, ma non per questo regala sempre le sue attività. In particolare, l’app che fino a oggi salvava in Cloud tutte le foto del proprio smartphone, smetterebbe di funzionare, se non fosse pagata. L’attività di questa funzione permette di salvare, sull’account personale di Google, tutte le foto che transitano sul proprio telefono cellulare.

Il limite da non superare è quello dei 15 Giga. Il servizio permetterà di creare un abbonamento a Google one, con il suddetto costo aggiuntivo. Entrando nello specifico i prezzi vanno da 1,99 euro, se si utilizzassero 100 giga, a 9,99 euro, se si utilizzassero 2 tb. Una sciagura per le persone abituate a utilizzare questa importante attività, mentre si creerà l’ennesimo introito per l’azienda multinazionale.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Addio Whatsapp: ecco perchè non funzionerà più l’app

LEGGI QUI: Whatsapp, il messaggio che spaventa tutti: chi lo riceve potrebbe perdere tutto

APPROFONDISCI ANCHE: Facebook ed il trucco che ti cambierà la vita: La rivoluzione

I dettagli di questa operazione portata avanti da Google

Una scritta inerente a Google su una mano
La scritta di Google su una mano (GettyImages)

Fortunatamente, vi sarà un avviso per far capire agli utenti quando saranno stati superati i limiti per il salvataggio delle foto. Meglio dare sempre una controllata comunque, le notifiche a volte potrebbero essere chiuse inavvertitamente.

Questa è un’attività scelta da Google per diminuire lo spazio in archivazione di molti account, spesso ignari di utilizzare l’app. A volte, può capitare, ci si dimentichi di utilizzarla, ma alcune notifiche frequenti ricordano dei collage creati da Google photos. È importante ricordare agli utenti che l’ufficialità di questa novità è stata notificata, ma tranquilli, nessun file verrà cancellato.