Ricordate la moneta da 200 lire? Se avete questa siete ricchi | Controllate in casa

Una moneta da 200 lire può rendervi letteralmente ricchi. Vale tantissimo on line, controllate se la possedete

monete in metallo di diverse nazioni europee
monete in metallo di diverse nazioni europee (pexels)

Di vecchie monete dal valore “lievitato” presenti sulle aste on line, ne abbiamo viste diverse. Monete del vecchio conio o anche euro più recenti venduti a prezzi incredibili. A conferire un valore elevato a questi pezzi di metallo, come sappiamo, sono diversi fattori. Il loro stato di conservazione, la loro tiratura, oppure gli errori di conio che le rendono praticamente uniche.

Come il caso di questa moneta da 200 lire del 1996 che è venduta su eBay ad un prezzo a dir poco esorbitante. Il venditore ceceredomenico, un utente italiano registrato sul sito di aste on line, la vuole cedere al prezzo di ben 15.000 euro. Non è affato uno scherzo e chi vuole, o può, aggiudicarsi questa moneta ha tempo fino al 25 di aprile. 

Restano quindi poche ore per chiudere l’affare”, ma vista l’entità della cifra richiesta, i potenziali acquirenti saranno piuttosto pochi. Se però abbiamo il dubbio che questa moneta la conserviamo in casa, andiamo subito a verificare, il guadagno è assicurato.

TI CONSIGLIO DI LEGGERE ANCHE >> Emanuel, il compagno giovane di Giorgia: la differenza di età è enorme | Ecco chi è

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >> Bitcoin rischiano il crollo clamoroso? Ecco la situazione impensabile

TI CONSIGLIO DI LEGGERE ANCHE >> Cashback, è finita: arriva la stangata definitiva che chiude il fenomeno

Perchè questa moneta da 200 lire vale così tanto?

moneta commemorativa da 200 lire con errore di conio
moneta commemorativa da 200 lire con errore di conio (eBay)

A spiegare il motivo per cui questa moneta ha un valore così alto è il suo attuale proprietario, nonchè venditore, nel suo annuncio sulla piattaforma eBay. ceceredomenico scrive che la 200 lire in vendita è del 1996 ed è commemorativa per il centenario dell’Accademia della Guardia di Finanza. Questo è già un elemento che di solito conferisce valore.

Ma c’è di più, la moneta presenta un errore di conio che successivamente è stato eliminato dalla Zecca. Ma come è fatta questa moneta preziosa? Sul dritto sono rappresentate la Reggia di Caserta, in alto, e in basso l’attuale sede di Bergamo dell’Accademia della Guardia di Finanza. Le due strutture raffigurate, sono separate da un nastro con la scritta “REPUBBLICA ITALIANA”.

Anche sul rovescio la moneta è divisa in due parti da un nastro con impresso il valore “L.200”. Nella parte inferiore vi è inciso un berretto ed uno spadino, nella parte superiore invece si trova lo stemma della Guardia di finanza con la data “1896”. Sulla parte esterna della 200 lire si legge la scritta “CENTENARIO DELL’ACCADEMIA DELLA GUARDIA DI FINANZA” .