Malika Ayane e la separazione con Cesare Cremonini: Spunta la verità dopo anni

Dopo molti anni, la cantante ha rilasciato un’intervista nel quale spiega la decisione presa con Cesare Cremonini.

Malika Ayane, cantautrice di successo ed una delle ultime partecipanti del Festival di Sanremo, ha dopo molto tempo rilasciato un’intervista riguardo la sua separazione con il compagno e collega Cesare Cremonini:

“Un giorno ci siamo guardati e ci siamo chiesti dove saremmo andati a finire. Poi è finito tutto, meno la stima e l’amicizia”.

Una fine di relazione sicuramente in toni pacati, ma non è mancata qualche frecciatina della cantante verso l’ex cantante dei Lunapop:

“Ho già una figlia di sette anni, non potevo permettermi un fidanzato bambino… E quando è uscita la notizia del mio matrimonio, Cesare ha reagito appunto come un bambino. Però siamo rimasti uniti. Non molto tempo fa abbiamo cenato insieme ed è stato piacevole”.

Dopo la furia delle fan di Cremonini, Marika scherza

Dopo le dichiarazioni abbastanza taglienti, alcune fan di Cremonini hanno cercato di difenderlo e sono rimaste alquanto arrabbiate, ma la cantante ha subito pubblicato tramite il suo profilo Twitter una risposta abbastanza ironica:

“Se ci siamo lasciati è perché lui era per Lennon e io per McCartney, perché diceva che quando guido non ho il senso della destra, perché una volta ha abbinato le righe bianche e blu ai bermuda finestrati e perché un’altra volta ho chiamato ‘gnocco fritto’ la crescentina”.

LEGGI QUI: Sanremo 2021: Bugo c’è, tra i palloncini da sgonfiare e gli omaggi a Mina

LEGGI QUI: Cesare Cremonini: dalla separazione alla malattia | Oggi come sta e cosa fa

LEGGI QUI: Mara Maionchi rivelazione a sorpresa: Siamo amiche da una vita

Ieri l’ uscita del nuovo album “Manifesto”

“Manifesto” è uscito ieri 26 marzo e sul nuovo album ha molto da dire la cantautrice, fiera di questo nuovo lavoro che parla del presente che stiamo vivendo:

“È il mio terzo disco sul presente. Stiamo vivendo un presente completamente diverso dai precedenti, ma l’intento è quello di non trattare questo momento storico solo come qualcosa da subire”.

Ed a chi le dice che il disco “non è alla moda” lei risponde per le rime: “Non ho mai dato importanza alle classifiche. E se il disco suona troppo sofisticato pazienza, i dischi durano più delle classifiche. Certo, se è sofisticata la Ayane siamo rovinati” ride la cantante.

Spera poi di poter tornare presto sopra un palcoscenico: “Spero si possa tornare a fare concerti al più presto, ma dando priorità alla sicurezza. Anche il patentino vaccinale può essere un’idea, qualsiasi soluzione che acceleri i tempi per me è benedetta”.