Rivoluzione Tik Tok: in arrivo una funzione che lo cambierà per sempre

Arriva in Italia una funzione che aiuterà gli utenti a riflettere prima di condividere video online. Vediamo come cambierà il social network

notifiche sullo smartphone
notifiche sullo smartphone (pixabay)

Sviluppato in Cina, Tik Tok è l’app più usata dai giovanissimi. Famoso per i brevi filmati da 15 secondi, il social ha pensato ad un modo per contrastare la diffusione di disinformazione, di cui spesso viene accusato. Si tratta di un sistema di avvisi per i video che dovessero presentare contenuti non verificati con certezza. La piattaforma applicherà un banner, così da renderlo noto anche agli utenti. All’autore del video pubblicato verrà inviata una notifica per informarlo di quanto accaduto.

Qualora invece un utente volesse condividere il video che è stato segnalato come “non verificato“, vedrà apparire sullo schermo una notifica per ricordarglielo. Questi avvisi danno la possibilità a chi utilizza Tik Tok di scegliere se tenere conto o meno delle informazioni contenute nel video appena visualizzato. La società cinese proprietaria della piattaforma ha fatto sapere, in un post ufficiale, che nei test sviluppati su questo sistema di notifiche, la condivisione di video che contengono informazioni non verificate, diminuisce del 24% mentre i “Mi Piace” calano del 7%.

La società apprezza notevolmente la creatività dei propri utenti che condividono i loro video e l’obiettivo di questa funzionalità è proprio aiutali a farlo con maggiore attenzione. A questa importante novità del Social si aggiungono collaborazioni già in atto con organizzazioni leader nella pratica del “fact checking“, ossia verifica dei fatti, come PolitiFact, Lead Stories, SciVerify e come realtà italiana, Pagella Politica.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE>> Ed Sheeran ed i 20 kili persi | Gli è bastato rinunciare ad una sola cosa

LEGGI ANCHE >> Rosario Fiorello e la rissa che stava finendo in omicidio: “Lo mette con mezzo corpo fuori dalla finestra”

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >> È stato un grande calciatore: chi è il bambino in foto?

Il social sempre più popolare e discusso: i casi di suicidio

challenge sul web
challenge sul web (pexels)

Tik Tok è senza dubbio il social che in Italia, e non solo, sta facendo concorrenza spietata a Facebook e Instagram. L’app di origine cinese che permette di condividere video musicali amatoriali, da quando è nata nel 2017, ha registrato ben 280 challenge, solo nel primo anno di lancio. Oggi è diffusa in oltre 150 Paesi e tradotta in ben 75 lingue. I principali utenti sono ragazzi perlopiù minorenni e questo aspetto ha sollevato diverse perplessità sul suo utilizzo, soprattutto a causa della privacy.

A preoccupare sono stati i recenti casi di suicidio istigati da sfide pericolose partite sulla piattaforma e condivise dagli utenti. L’ultima consisteva nel coprirsi totalmente il volto in modo tale da non poter respirare. Le conseguenze di questi assurdi video girati su Tik Tok sono state 1 vittima e la denunciata di una influencer 48enne siciliana. A emulare il gesto di bloccare il fiato fino quasi a perdere conoscenza, una bambina di 10 anni che ha in seguito perso la vita. Si tratta di episodi che hanno colpito l’opinione pubblica, divisa tra chi sostiene il social e chi lo indica come una minaccia, soprattutto per i più piccoli.